L’Italia è nelle sue mani. Anche Milano si affida a lui

Il ct Pozzecco punta su Tonut, Flaccadori, Ricci, Caruso e Bortolani: in nazionale ha convocato tutti gli italiani presenti nel roster di coach Messina .

Azzurri in salsa Olimpia o Italia colorata di biancorosso il concetto non cambia. La gara vinta dalla nostra nazionale a Pesaro contro la Turchia nella prima uscita delle qualificazioni all’Europeo 2025 è stato il miglior modo per dimenticare la delusione di domenica scorsa in Coppa Italia. Tutti i 6 italiani del roster milanese (Melli, Tonut, Flaccadori, Ricci, Caruso e Bortolani) sono stati convocati da coach Pozzecco per il raduno della nazionale. Capitan Nicolò Melli insieme a Stefano Tonut, Diego Flaccadori e Pippo Ricci sono scesi in campo nella prima sfida, mentre il turnover permetterà di vedere in campo Giordano Bortolani e Willie Caruso nella seconda gara in programma domani in Ungheria.

Non sono state le prime gare da capitano per Melli, visto che già nell’estate delle Olimpiadi, vista l’assenza per infortunio di Datome, aveva avuto quel ruolo, ma questa volta, ufficialmente per la prima volta ha giocato da capitano dell’Italia ed ha onorato il ruolo nel miglior modo possibile con una prova da 17 punti e 7 rimbalzi decisiva nella vittoria degli azzurri. Si è acceso in azzurro anche Ricci che ha giocato la sua miglior gara offensiva della stagione segnando 11 punti e la speranza è che questo viaggio tricolore poi possa dargli nuova linfa per il finale di stagione.

Molto bene anche Stefano Tonut che ha chiuso con 12 punti anche se proprio nel finale, dopo una clamorosa schiacciata in contropiede, si è procurato un trauma al polso che lo ha costretto a lasciare la squadra già ieri. Solo 2 minuti invece per Flaccadori, ritornato a vestire la maglia dell’Italia ad un anno intero di distanza dall’ultima presenza. Anche il playmaker biancorosso, però, è stato autorizzato a lasciare il raduno, come lo stesso Melli.

Torneranno a Milano per unirsi alla squadra già alla ripartenza delle operazioni di lunedì. Ora sarà il turno di Bortolani e Caruso in un match più soft sul parquet dell’Ungheria, dove sarà impegnato anche Ricci. La partecipazione dell’Olimpia alla comitiva azzurra, poi, non si limita ai giocatori perchè nello staff tecnico c’è anche l’assistente biancorosso Peppe Poeta e come capo delegazione Gigi Datome. La Lombardia ha davvero una grande rappresentanza se si pensa che c’è anche il varesino Nico Mannion e il bresciano John Petrucelli. Dopo la gara in Ungheria ci sarà il rompete le righe e il rientro verso i propri club, il prossimo appuntamento degli azzurri sarà poi il torneo pre-olimpico a Portorico dal 2 al 7 luglio.