Il gol di Colpani rialza il Monza. Dopo due sconfitte batte il Sassuolo

Palladino lascia in panchina tutti i nuovi acquisti e dà fiducia alla vecchia guardia che non tradisce

Il gol di Colpani rialza il Monza. Dopo due sconfitte batte il Sassuolo

Il gol di Colpani rialza il Monza. Dopo due sconfitte batte il Sassuolo

Ricordate l’atteggiamento, la statistica dei troppi gol subiti nel primo quarto d’ora? Bene, questa è un’altra storia, è un altro Monza. Non ancora nuovo negli interpreti, ma tornato a essere quello brillante che aveva abituato fin troppo nelle nell’ultimo - ormai - anno e mezzo.

Palladino torna a vincere, scrollandosi di dosso qualche critica di troppo e il rammarico delle ultime cadute. Lo fa ritrovando una solidità difensiva che aveva già dimostrato di essere valore aggiunto e una brillantezza davanti che evidentemente è data dagli stimoli che solo una sana concorrenza per un posto da titolare ti dà.

Così Dany Mota ispira e Colpani riapre le ali per il settimo centro stagionale, da 3 punti: non segnava da novembre. La settimana della "ventata di positività" data dai nuovi trova sfogo in un undici senza rischi: è l’assetto migliore sulla carta a scendere in campo, la risposta è immediata e dà ragione al tecnico. Zerbin e Djuric guardano dalla panchina l’avvio a marcia alta dei nuovi compagni, quindi Dany Mota colpire di testa per il gol del vantaggio.

Un tallone in là di millimetri strozza l’urlo liberatorio. La gioia è solo rimandata di qualche minuto: sale in cattedra il portoghese sulla sinistra, Colpani rifinisce aspettando il momento giusto per non lasciare scampo a Consigli e firmare il meritato 1-0.

Solo Laurienté stuzzica i guantoni di Di Gregorio, al rientro tre settimane dopo il grande spavento. La ripresa si gioca a ritmo lento, complice l’interruzione per un incidente nel settore ospiti che ha visto coinvolto un tifoso caduto da una balaustra: trasportato in ospedale in codice giallo, il tifoso fortunatamente è fuori pericolo.

In zona gol si affaccia Valentin Carboni con un diagonale, dietro si soffre il giusto. Zerbin accelera per dire no a Pinamonti, Djuric ci mette il fisico per proteggere gli ultimi palloni della partita.

E una vittoria che riporta Palladino in testa alla parte destra della classifica e che riporta fiducia dopo due sconfitte.