Fuori dal Palazzo: "Dalla Regione si va nei territori. Vicini alla gente"

L’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale inizia il tour nei capoluoghi lombardi "L’obiettivo è fare rete con le diverse realtà".

Fuori dal Palazzo: "Dalla Regione si va nei territori. Vicini alla gente"
Fuori dal Palazzo: "Dalla Regione si va nei territori. Vicini alla gente"

L’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale arriva nei capoluoghi lombardi: ieri la prima seduta itinerante a Brescia, in omaggio al riconoscimento di Bergamo Brescia Capitale Italiana della cultura, a cui seguirà la riunione a Bergamo l’11 dicembre.

"Un segnale di grande rilevanza per la vicinanza ai territori – ha spiegato il presidente dell’Aula lombarda Federico Romani -. Questa è un’iniziativa che abbiamo voluto perché è per noi importante che il Consiglio regionale torni sui territori come consuetudine: abbiamo iniziato da questo focus sulla cultura, ma il passo successivo sarà incontrare le associazioni di categoria, a partire dal commercio, per raccogliere le istanze dei territori". Prossime tappe, dopo Bergamo, saranno Varese, Mantova e Monza. A Brescia, a fare gli onori di casa è stato l’ex sindaco e attuale vicepresidente della Lombardia Emilio Del Bono, che ha accompagnato Romani, il vice Giacomo Cosentino e i consiglieri segretari Alessandra Cappellari e Jacopo Scandella all’interno del Coro delle Monache nel Museo di Santa Giulia; presenti anche i consiglieri regionali bresciani Miriam Cominelli (Pd), Paola Pollini (M5s), Massimo Vizzardi (Azione), Carlo Bravo e Diego Invernici (Fdi). "L’obiettivo è fare rete fra territori e, soprattutto, creare cassa di risonanza – ha aggiunto Del Bono -. In questi mesi, l’Ufficio di presidenza ha più volte sottolineato la valorizzazione del Consiglio regionale come sede della rappresentanza democratica. La struttura di questa istituzione diventerà sempre più significativa sulla scia della riforma del Titolo V che sposta via via maggiori competenze sulle Regioni". Federica Pacella