Febbre a novanta allo Zini. C’è Cremonese-Brescia

Grigiorossi cercano i tre punti per avvicinarsi alla vetta. Ma una vittoria per le Rondinelle. è importante in chiave playoff.

Febbre a novanta allo Zini. C’è Cremonese-Brescia
Febbre a novanta allo Zini. C’è Cremonese-Brescia

L’attesa è quella delle partite speciali, così come il pubblico che oggi alle 14 stiperà lo Zini per il derby tra Cremonese e Brescia. In totale circa diecimila spettatori si presenteranno al cospetto del Torrazzo: da una parte la voglia di rivincita dei tifosi delle Rondinelle - usciti sconfitti nella partita di andata in casa per 3-0 - che dopo l’arrivo di Maran credono nei playoff e dall’altra, l’entusiasmo dei tifosi grigiorossi, consapevoli che il primo posto non è più un miraggio. "Il gap tecnico è evidente ma dovremo essere in grado di colmarlo con la grinta. Non dobbiamo farci intimorire dalla loro forza" ha esordito l’allenatore di Trento, tornato a sedere sulla panchina bresciana dopo 17 anni.

"Vogliamo dare continuità alle vittorie in casa" ha risposto Stroppa. I due rivali, per poco più di 90’, non potranno contare però sul fattore sorpresa dato che si conoscono da più di 20 anni e vantano una lunga amicizia: insieme sono stati fautori della promozione in Serie A del Brescia nell’anno 1999-2000. All’epoca mister Stroppa giocava per i biancazzurri e Maran era collaboratore in seconda di Nedo Sonetti.

CREMONESE (3-4-3): Jungdal; Antov, Bianchetti Lochoshvili; Sernicola, Collocolo, Castagnetti, Zanimacchia, Falletti; Vasquez, Coda. All: Stroppa

BRESCIA (3-4-2-1): Andrenacci; Papetti, Adorni, Mangraviti; Jallow, Paghera, Bisoli, Dickmann; Bjarnason, Galazzi; Borrelli. All: Maran.