Como, la rivoluzione di Fabregas. Preso Günter, pazza idea Belotti

Ma la punta giallorossa vuole restare in Serie A . Piaccino Bonfanti e Adopo. poco utilizzati all’Atalanta.

Como, la rivoluzione di Fabregas. Preso Günter, pazza  idea  Belotti
Como, la rivoluzione di Fabregas. Preso Günter, pazza idea Belotti

In un mercato con poca liquidità economica, è normale che molti nomi vengano accostati al Como, con grossa disponibilità finanziaria e ambizioni da serie A. Gli azzurri ora si trovano sotto il sole di Marbella in Spagna, sotto gli ordini di Fabregas e Roberts e torneranno il 7 gennaio, ma è probabile che in molti faranno subito le valige per altre destinazioni definitive per far posto ai nuovi arrivi.

Certa la presenza l’8 gennaio al primo allenamento di Koray Günter, difensore tedesco di origine turca dl Verona, con un importante curriculum cresciuto nel Borussia Dortmunt, poi passato al Galatasaray, per poi fare oltre cento presenze in serie A fra Verona, Genoa e Sampdoria. Con il suo arrivo, c’è l’automatica cessione di Scaglia, che pare vicino al Vicenza o Catania.

Le operazioni di mercato danno poi un vorticoso giro di attaccanti, con Alberto Cerri vicino alla cessione all’Empoli e l’arrivo di Samuele Mulattieri in arrivo da Sassuolo, ma il Como non chiude per Mulattieri e rimane alla finestra, per seguire i clamorosi sviluppi della situazione di Andrea Belotti.

I lariani stanno portando avanti una trattativa dove bisogna convincere il giocatore a scendere in B, un campionato che chiuderebbe però a Belotti le porte della nazionale.

I tifosi sognano già una coppia di attacco Cutrone – Belotti. Il Como deve cercare anche un esterno di difesa destro, visto che Vignali è a un passo dal ritorno a La Spezia, non esiste ancora un profilo per la sua sostituzione, ma si pensa che possa arrivare dal mercato estero, Francia o Spagna, con la contemporanea partenza di Blanco.

Esiste anche una trattativa con l’Atalanta per due giovani lasciati ai margini da Gaperini, si tratta del difensore Giovanni Bonfanti e del mediano Michel Adopo.

C’è anche un contatto con la Salernitana, anche lei interessata a Cerri, per l’acquisto del centrocampista norvegese ex CSKA Mosca Emil Bohinen, che dopo tre stagioni in A a Salerno vuole probabilmente cambiare aria, lo scambio alla pari fra i due sembra improbabile, per la differenza di stipendio ed età di giocatori, ma ad Inzaghi, Cerri piace.

Molti i giocatori in uscita, appetibili soprattutto per le squadre di serie C, fra questi Arrigoni, Mustapha, Solini, Kerrigan e Blanco, che però verranno dati solo in prestito.

Il mercato di gennaio, con il secondo posto agganciato proprio sul finire del 2023 (stessi punti del Venezia, a 6 lunghezze dal Parma), può dare ulteriore slancio al Como. La squadra viaggia bene - la migliore se consideriamo le ultime 10 gare dell’andata, 21 punti come il Parma. Come detto gli azzurri ora si trovano sotto il sole di Marbella in Spagna, sotto gli ordini di Fabregas e Roberts e torneranno il 7 gennaio.

Enrico Levrini