Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
11 giu 2022
11 giu 2022

Castelli Calepio, 30enne muore annegato nell'Oglio sotto gli occhi del padre

Il ragazzo si sarebbe tuffato per rinfrescarsi, il papà lo ha visto in difficoltà e si è lanciato in acqua

11 giu 2022

Castelli Calepio (Bergamo), 11 giugno 2022 - Si tutta nell'Oglio e muore annegato, nonostante i tentativi del padre di salvarlo. E' successo nella frazione Cividino di Castelli Calepio, in provincia di Bergamo. Cristian Pasqua, 30 anni, è morto dopo essersi tuffato nelle acque del canale che scorre parallelo al fiume. Il padre lo ha visto in difficoltà ed è riuscito a portarlo a riva, ma l'uomo è morto poco dopo. L'allarme è scattato verso le 16,30 nella zona di via Santuario. Sono in corso d'accertamento le cause e la dinamica della disgrazia: secondo una prima ricostruzione, l'uomo, che abitava a poca distanza dal canale, si sarebbe tuffato per rinfrescarsi, ma subito dopo si sarebbe trovato in difficoltà, da chiarire se per un malore o per altri motivi.

Il padre, che in quel momento si trovava nelle vicinanze, non vedendolo riemergere si è tuffato per soccorrerlo ed è riuscito a recuperarlo. Per aiutare il papà a portare a riva il figlio sono intervenuti anche lo zio e il custode del vicino Santuario. Appena è stato dato l'allarme, sono intervenuti l'elisoccorso, i sommozzatori di Treviglio, automedica e ambulanza, con i vigili del fuoco di Palazzolo sull'Oglio e i carabinieri di Grumello del Monte. Purtroppo il giovane non ce l'ha fatta. Nel tentativo di salvataggio il padre ha riportato un taglio non grave alla testa ed è stato medicato sul posto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?