Brescia, il derby è tuo. E il Como resta guardare

La squadra di Maran ribalta il pronostico con i gol di Borrelli e Moncini. Lariani poco incisivi in attacco, per Fabregas è il primo stop stagionale .

Brescia, il derby è tuo. E il Como resta guardare

Brescia, il derby è tuo. E il Como resta guardare

Il Brescia supera a pieni voti l’impegnativo esame con l’ambizioso Como e conquista una vittoria che non solo offre a Maran il quinto (due vittorie e tre pareggi) risultato utile consecutivo dal suo arrivo sulla panchina delle Rondinelle, ma consente alla squadra bresciana di alzare a buon diritto lo sguardo e cercare di capire se è possibile pensare di inseguire un posto nei play off. Il 2-0 finale, invece, costringe ad una riflessione ben diversa la formazione di Fabregas, che, pur esercitando a lungo una certa supremazia e creando alcune buone occasioni da rete, non è riuscita a trovare la via del gol e nel momento decisivo della ripresa si è lasciata trafiggere dalle ripartenze dei padroni di casa.

I lariani incappano così in un passo falso che impone una brusca frenata alla loro corsa verso l’alto e sono costretti a ricercare la concretezza offensiva che è mancata nel derby del Rigamonti.

La prima parte della gara è all’insegna dell’equilibrio. Con il passare dei minuti, però, gli ospiti aumentano i giri del motore, anche se la difesa bresciana è sempre attenta. Dopo un doppio, decisivo intervento di Semper al 24’, il finale del primo tempo è nuovamente di marca ospite, con Sala che calcia fuori da posizione più che favorevole, mentre Verdi manda il pallone a sfiorare la traversa. Il copione della gara sembra destinato a proseguire nella ripresa, ma al 15’ Galazzi recupera la sfera e porge un invitante assist a Borelli che batte Semper. I lariani reagiscono senza perdere tempo, ma al 28’ Moncini firma il raddoppio che rende inutile il forcing del Como, al quale non basta nemmeno l’uscita per infortunio di Lezzerini (sostituito tra i pali dall’eclettico Moncini) per trovare la via del gol.