Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Bergamo e Brescia 2023, una casa dell’arte per le Capitali della cultura

Lo spazio per opere contemporanee sarà protagonista dell'evento. Un progetto in arrivo entro fine anno nell’area ex Gres

michele andreucci
Cronaca
Bergamo  Presentazione "Gres Art" con Francesco Valesini, Giorgio Gori, Carlo Pesenti e Nadia Ghisalberti
18 Gennaio 2022 ANSA RENATO DE PASCALE
Presentazione "Gres Art"

Bergamo, 10 gennaio 2022 - Una casa dell’arte contemporanea, uno spazio protagonista del 2023, quando Bergamo e Brescia saranno Capitale della Cultura. E’ il progetto, che verrà realizzato entro la fine del 2022 in città, in una porzione dell’area ex Gres di via San Bernardino. L’iniziativa, che è stata presentata ieri, è di Fondazione Pesenti e del Comune di Bergamo. Lo spazio per l’arte contemporanea, Gres Art, che ospiterà manifestazioni ed eventi culturali legati a Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023, è stato individuato nella porzione nord dell’area ex Gres, dove c’è una struttura storica che disimpegna uffici e magazzini, costituita da due blocchi su più livelli. Spiega l’industriale bergamasco Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italmobiliare e presidente di Fondazione Pesenti, proprietario dell’area ex Gres: "Meno di tre anni fa abbiamo presentato l’idea di rigenerazione di un’area postindustriale, a suo tempo occupata dagli insediamenti produttivi dell’ex Gres, attraverso un modello innovativo di sviluppo urbanistico a favore della città, caratterizzato da tre premesse: la qualità architettonica dell’intervento, le finalità sociali di larga parte delle destinazioni progettate, l’equilibrio economico delle iniziative che saranno realizzate.
Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023 ci è sembrato un’occasione straordinaria per portare a compimento il primo progetto basato sulle premesse condivise dall’intera iniziativa".

Rimarca l’architetto Mauro Piantelli, che con lo studio De8 Architetti ha seguito l’elaborazione del master plan dell’intera area ex Gres e il progetto di recupero dell’edificio che ospiterà Gres Art:"Non è comune avere l’opportunità di valorizzare edifici così generosi, con grandi altezze e rapporti luce-ombra estremamente affascinanti. Consapevoli che l’unica efficace strategia di conservazione sia il ri-uso, abbiamo seguito l’architettura". Conclude il sindaco di Bergamo Giorgio Gori: "Il progetto di Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023 nasce dall’idea che la cultura possa essere la chiave di lettura giusta per il rilancio di questo territorio dopo la vicenda del Covid. Abbiamo pensato al 2023 come ad un’occasione per progettare pezzi di futuro del territorio, mettendo al centro il tema dell’innovazione. Gres Art va in questa direzione, configurandosi come un’iniziativa che incide in modo fisico sulla nostra città, con la riqualificazione di un suo pezzo da tempo dismesso, rafforzando quel rapporto pubblico-privato decisivo e quanto mai necessario per costruire la rinascita della città nel periodo post pandemico".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?