San Rocco al Porto (Lodi), 29 dicembre 2017 -  Pacchetto sicurezza a San Rocco, pronti a partire dal primo gennaio i pattugliamenti di Metronotte Piacenza. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Matteo Delfini ha deciso di accordarsi con la società piacentina per cercare di porre un freno ai furti che in questi mesi hanno colpito anche San Rocco. L’ultimo episodio risale a mercoledì quando intorno alle 18.20 ignoti hanno cercato di violare un’abitazione di via Campagna forzando una portafinestra, ma l’allarme scattato ha fatto fuggire i malviventi. "Dal primo gennaio, e per i prossimi due mesi, prenderà il via questo progetto sperimentale – spiega il primo cittadino –. Ogni notte verranno effettuati due pattugliamenti. Ovviamente il tutto verrà fatto in orari sempre diversi e seguendo tragitti diversificati, anche nella frazione di Mezzana Casati".

I due mesi di prova al Comune costeranno mille euro. Al termine dei 60 giorni sarà possibile allungare la convenzione a un anno al costo totale di 7mila euro. I pattugliamenti però potranno anche essere più di due. "I cittadini infatti potranno richiedere a loro volta di convenzionarsi con Metronotte Piacenza – racconta Delfini –. Più cittadini si convenzioneranno, quindi, più pattugliamenti ci saranno". Cittadini che verranno poi coinvolti ancora di più nei prossimi mesi anche grazie alla nascita del controllo del vicinato. E sempre all’inizio del 2018 verrà anche emesso un bando per portare a San Rocco un comandante di polizia locale.

Al momento infatti è presente un solo vigile. «Il nostro obiettivo è invece quello di avere in paese un vero e proprio ufficio di polizia locale attivo a tutela dei cittadini – conclude Delfini –. Stiamo facendo il nostro sul tema della sicurezza, speriamo che poi anche lo Stato venga incontro a tutti noi". Nei mesi scorsi a San Rocco diverse proprietà sono state visitate dai topi d’appartamento. Ma non sono mancati anche casi eclatanti come la razzia al bar del centro sportivo, dove sono spariti generi alimentari e il pulmino della società di calcio ritrovato poi in stazione a Piacenza, e l’aggressione a una barista di via Roma il 21 novembre scorso.