Lodi, 9 febbraio 2018 - Noleggia auto con nomi fasulli per poi abbandonarle e non pagare il servizio: viene scoperto e denunciato. La richiesta di aiuto di una società di Milano che si occupa di car sharing ha permesso agli uomini della questura di Lodi di incastrare C.G.M., residente vicino a Lodi, classe 1975. L’uomo, già segnalato altre volte per truffa e anche destinatario di misure di prevenzione, lunedì è stato fermato in via San Fereolo a Lodi e infine denunciato a piede libero.

Era al volante di una delle dieci auto circa noleggiate in un mese dalla società milanese e poi abbandonate, prima della restituzione, senza pagare un euro, in diversi luoghi tra il Lodigiano e il Piacentino (ad esempio la stazione ferroviaria di Piacenza). Risponderà davanti al giudice per sostituzione di persona, truffa e perché guidava con patente revocata (uno dei provvedimenti scattati in precedenza nei suoi confronti). Secondo l’accusa, carpendo dati di fortuna di patenti e documenti altrui, sommandoci quelli errati di una carta di credito in realtà inutilizzabile, l’uomo avrebbe più volte richiesto i veicoli tramite l’app per smartphone. Una volta ottenuta e sfruttata la vettura, però, l’uomo non la restituiva e il mezzo, grazie ai satellitari installati negli abitacoli, veniva quindi recuperato dal servizio car sharing abbandonato in diversi posti.