Busto Garolfo – 28-06-2017. E’ nata la Bustese Milano City. La nuova società che il prossimo anno disputerà la Serie D è stata presentata oggi presso l’azienda Geartec di Giancarlo Piatti, che rimarrà presidente con una quota di minoranza. Una svolta storica per il club granata. «In questi anni ho consumato energie fisiche ed economiche - spiega Piatti -. Ci siamo resi conto che per Busto Garolfo la Serie D è quasi eccessiva, era giusto trovare qualcosa di diverso. Per colpa dei troppi campanilismi non è stato possibile costruire una Us Alto Milanese. Abbiamo dunque ascoltato diversi personaggi e alla fine deciso di trasformare la società in una s.r.l. per fare entrare qualcuno che potesse sviluppare un progetto interessante».

Figura di riferimento della nuova società è Stefano Amirante, che ricoprirà il ruolo di direttore generale. «La volontà è quella di diventare la terza squadra di Milano a livello professionistico - sottolinea l’avvocato ex Varese -. Lo sviluppo di quest’idea è stato possibile grazie alla Bustese e ai suoi dirigenti. A capo di questo progetto ci sono alcuni imprenditori interessati esclusivamente al professionismo, che stimolati da Antonio Rosati (ex presidente del Varese, ndr) hanno deciso di tuffarsi in questa avventura originale».

Le dichiarazioni parlano chiaro: le ambizioni sono alte e la Lega Pro è un obiettivo da raggiungere fin dalla prossima stagione. «Vogliamo essere dei professionisti tra i dilettanti e stiamo costruendo qualcosa di solido per vincere conquistando subito la Lega Pro - sottolinea il dg -. Busto Garolfo è l’ambiente ideale, ma per forza di cose una volta raggiunto il salto di categoria ci trasferiremo a Milano. E’ chiaro che non si tratta di un progetto infinito e se non dovessimo salire nei prossimi due anni, dovremo rivedere le nostre idee». Un pensiero anche ai tifosi della Bustese, che hanno manifestato il proprio scetticismo sull’operazione. «Quando c’è poca conoscenza del progetto i dubbi sono legittimi - afferma Piatti -. I tifosi però devono avere rispetto, perché il calcio è anche business e solo se vinci hai un ritorno di pubblico. Credo di aver dato molto a questa società».

Prima squadra e Juniores si chiameranno Bustese Milano City, mentre il settore giovanile rimarrà Accademia Bustese che nei prossimi anni potrebbe anche prendere in considerazione l’ipotesi di formare una prima squadra. Tutto invariato per quanto riguarda i colori sociali che rimarranno granata, così come il logo, affiancato da Milano City. Al fianco dell’allenatore Giovanni Cusatis, ci sarà Roberto Verdelli responsabile dell’Area Tecnica. A completare l’organigramma societario Marco Bof, segretario generale, e Nicolò Ramella, responsabile della comunicazione.