Castellanza (Varese), 19 settembre 2017 - Chi ben comincia è a metà dell'opera e in effetti Andrea Pistola, coach della Sab Legnano può considerarsi soddisfatto. La Sab Legnano soffre, ma combatte e alla fine vince dilagando nella semifinale del Trofeo Mimmo Bellomo contro la Savallese Millenium Brescia 3-0 (30-28, 25-19, 25-18). Primo impegno "ufficiale" in questo precampionato di volley femminile A1 per le Aquile giallonere e già ottime indicazioni: Mingardi e Degradi devastanti, Pencova potente e sempre presente, Lussana piovra che arpiona ogni pallone, Caracuta precisa e dai colpi, come di consueto, intelligenti, Martinelli preziosa, Bartesaghi un po' timida ma con ottime prospettive, Cecchetto grintosa.

Nella semifinale del Bellomo comincia come un diesel la Sab,  che prima stenta a decollare e poi trova alcuni colpi vincenti in serie con Mingardi e la devastante Pencova. Brescia però, complice qualche errore di troppo da parte delle padrone di casa, è sempre in vantaggio. Bartesaghi si dimostra a tratti ancora un po' acerba, ma la squadra nel complesso gira abbastanza bene. Brescia però si porta sul 18-15, grazie anche a Prandi e Veglia in gran forma. E poi succede quel che non ti aspetti: Legnano piazza un break devastante che si conclude con il muro vincente di Caracuta e il pari sul 22-22. Si lotta su ogni pallone: Lussana prende tutto, Degradi, Mingardi e Pencova attaccano su ogni pallone. E proprio Mingardi la gioca d'intelligenza: mani fuori e 30-28 per Legnano.
Secondo set con la marcia ingranata per le giallonere, che si portano subito in vantaggio. Fra errori e attacchi fulminei, soprattutto di Degradi e Mingardi, si arriva sull'8-5 per Legnano. Brescia insegue, Legnano cerca di mantenere le distanze e ci riesce: 15-10 con ace di una Mingardi che da subito si è caricata la squadra sulle spalle. Gli errori al servizio non mancano da entrambe le parti. Tre colpi di Martinelli, una schiacciata e due muri, portano la squadra di casa sul 21-14. A firmare il 25-19 per Legnano è Caracuta.
La terza frazione inizia con un maggiore equilibrio, spezzato però da Degradi, Martinelli e da una Bartesaghi in ripresa: 9-6 per Legnano. La Millenium non si arrende: ne esce un set combattuto e ricco di scambi emozionanti. Mai però la leadership di Legnano è in bilico. E così alla fine è proprio la squadra di coach Andrea Pistola a fare festa: 25-18, 3-0 e passaggio del turno. Domenica 24 settembre di nuovo sul taraflex del PalaBorsani per la finale con la vincente fra Busto Arsizio e Club Italia.