Milano, 14 febbraio 2018 - Nino Formicola, in arte Gaspare, è uno dei naufraghi dell'Isola dei Famosi. Un reality show, ma anche un'esperienza forte, che lascia molto tempo per riflettere sulla propria vita. Quì, molto spesso, i concorrenti si ritrovano a fare i conti con le loro debolezze, le loro tristezze e le loro difficoltà. Ma sempre quì ritrovano la forza per andare avanti. Ed è proprio quello che desidera l'attore milanese,

Nella puntata di martedì sera, la conduttrice Alessia Marcuzzi ha mostrato un video in cui Nino racconta che dopo la morte del suo socio comico Andrea Brambilla (Zuzzurro) ha vissuto dei momenti duri: “Dopo la morte di Andrea io ero un po’ sottosopra perché la mia vita stava andando a rotoli. Gaspare c’è ancora e, invece, mi sono ritrovato a 60 anni nel ruolo del debuttante”. L’artista rivela alle compagne d'avventura Elena Morali e Cecilia Capriotti di aver pensato anche al suicidio: “E’ stata la prima volta in vita mia, avevo le scatole piene”. Si sentiva umiliato: “E’ brutto sentirsi chiedere se da solo ero capace. Alla fine sono convinto che nella vita i cattivi la pagano sempre”. E ancora: "Nella prima regsitrazione da solo non risucivo ad entrare, ho dovuto rifarla tre volte". Il naufrago aggiunge: "Quando si lavora in coppia, non si pensa mai che arriverà un giorno in cui si resterà soli. Anche perché noi non eravamo in due ma in tre: c'era un'anima  terza che univa le nostre anime. E così 1+1 fa 3 non 2". Formicola spiega dunque di aver accettato di partecipare al reality perché vuole chiudere la carriera con “una cosa televisiva bella, che piaccia ancora a tutti”.