Smantellata una gang. Spaccio nei boschi: 17 misure cautelari. Business da due milioni

I componenti, in larga parte stranieri, agivano tra Sesto Calende e Mercallo

Smantellata una gang. Spaccio nei boschi: 17 misure cautelari. Business da due milioni

Smantellata una gang.

È senza tregua l’attività di contrasto allo spaccio di droga nei boschi del varesotto. Ieri mattina i carabinieri di Gallarate hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Busto Arsizio nei confronti di 17 soggetti, per la maggior parte marocchini, uno italiano, indagati, a vario titolo, per concorso in detenzione e spaccio di stupefacenti, rapina aggravata, lesioni personali aggravate, detenzione e porto abusivo di armi e ricettazione.

L’operazione, coordinata dall’Osservatorio sul fenomeno dello spaccio di stupefacenti nei boschi della Procura di Busto Arsizio, ha permesso ai militari di smantellare la banda di spacciatori attivi tra Sesto Calende e Mercallo, dedita al traffico di cocaina, eroina, hashish e crack, acquistati a Milano e smerciati nei boschi. Durante le indagini i carabinieri hanno anche accertato le responsabilità di cinque componenti del gruppo criminale in due rapine, con l’utilizzo di armi da fuoco illecitamente detenute, commesse ai danni di un altro gruppo di spacciatori concorrenti attivo nel comune di Vergiate. Con l’attività investigativa sono state documentate più di 11.240 cessioni, con 158 riscontri effettuati, nell’ambito dei quali sono stati complessivamente segnalati 162 assuntori alle competenti Prefetture, ritirate 99 patenti di guida e sequestrati 331,82 g. di sostanze stupefacenti di cui 45,28 g. eroina, 129,18 g. cocaina e 157,39 g. hashish. Inoltre sono stati sequestrati 12000 euro in contanti, provento dell’attività illecita, e un fucile a pompa illecitamente detenuto.

Nel corso dell’ultimo anno i Carabinieri del Comando Provinciale di Varese, attraverso servizi preventivi attuati dalle Compagnie dipendenti e con il fondamentale ausilio dello Squadrone Eliportato "Cacciatori", provenienti dalla Calabria, Sardegna, Sicilia e Puglia, hanno tratto in arresto in flagranza 42 persone, ne hanno denunciate 26, smantellato 110 bivacchi costruiti dagli stessi per proteggersi dal freddo e dalle piogge, sequestrati 11 armi, 711 munizioni, quasi 10 kg di sostanza stupefacente di vario tipo nonché 87.3000 euro e 200 franchi svizzeri, provento dello spaccio.

Rosella Formenti