Cantello, individuato l’uomo che voleva fare strage di gatti

È stato sorpreso con due ciotole di cibo in cui aveva inserito del veleno per topi con l’intento di farlo ingerire ai micetti

I gatti della zona non erano graditi all'uomo

Un gatto di una colonia felina urbana fotografato in occasione della Giornata nazionale del Gatto, nata nel 1990 tramite un referendum indetto da una rivista per appassionati di gatti, Napoli, 17 febbraio 2019. ANSA/CESARE ABBATE

Cantello, 3 marzo 2024 – I gatti nella zona di Cantello avevano un “nemico”, pronto ad avvelenarli, un uomo che aveva preparato bocconi al veleno con l’obiettivo di uccidere i felini che si aggiravano nei pressi della sua abitazione.

Il tentativo è fallito grazie all’intervento dei militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Arcisate, che sono risaliti al presunto responsabile dell'accaduto. Secondo l’ipotesi accusatoria, l’uomo all’interno di due ciotole contenenti del cibo, avrebbe inserito del veleno per topi con l’intento di farlo ingerire ai felini.

Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, oltre all’individuazione del presunto responsabile, il pronto intervento dei militari con il sequestro dell’esca e la rimozione del pericolo, ha impedito l’uccisione dei gatti. La posizione dell’uomo è al vaglio dei carabinieri.