Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

Droga in auto, 43enne nei guai

L’uomo nascondeva 400 grammi di hascisc in panetti

Arrestato un italiano di 43 anni, in auto nascondeva 400 grammi di hascisc. È successo l’altra mattina quando gli agenti della squadra Volante hanno notato una macchina che viaggiava con lo sportellino del serbatoio della benzina aperto, motivo per cui hanno affiancato l’auto.

La reazione del conducente non è stata quella che i poliziotti del commissariato di Busto Arsizio si aspettavano, l’uomo infatti anziché fermarsi ha schiacciato sull’acceleratore tentando la fuga. Gli agenti si sono inevitabilmente insospettiti anche perché, dopo aver fornito la targa dell’utilitaria all’ufficio centrale, hanno scoperto che la vettura, una vecchia Fiat Panda, era intestata a un pregiudicato italiano di 43 anni, residente in un comune della zona e privo della patente di guida perché già revocata.

Gli agenti hanno raggiunto la vettura in fuga e l’hanno bloccata, il nervosismo dell’uomo alla guida tradiva che c’era qualcosa che il conducente voleva nascondere, non solo il fatto che fosse in circolazione con la macchina nonostante la patente gli fosse stata revocata. Gli agenti hanno quindi perquisito l’automobilista e l’auto: sono saltati fuori quattro panetti per circa 400 grammi di hascisc. A casa del pregiudicato sono poi stati sequestrati un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?