DILORENZO PARDINI
Sport

Quanti marinai in azzurro

L’Italia vuole la finale degli Europei. La pattuglia Seamen affila le armi. .

Quanti marinai in azzurro

Quanti marinai in azzurro

di Lorenzo Pardini

Dopo nove giornate di European League of Football, la Lega osserverà (finalmente) un turno di riposo. "Questa piccola pausa ci consentirà di ricaricare un po’ le batterie", esordisce il presidente dei Seamen Milano Paolo Mutti; ma non per tutti sarà l’ora di "tirare il fiato". Questa domenica, infatti, alle 17 l’Italia Campione d’Europa in carica affronterà l’Austria nella semifinale del Campionato Europeo di Gruppo A, ultimo step prima di sognare la difesa del titolo continentale contro una tra Finlandia e Svezia (in gara sabato, alle 12 a Vantaa).

Gli azzurri, attualmente in ritiro presso la Base Logistica dell’Aeronautica Militare a Rivolto (UD), partiranno per Innsbruck sabato nel primo pomeriggio e la partita sarà trasmessa in diretta streaming (gratuitamente) da IFAF TV, il canale ufficiale delle Federazione Internazionale di Football Americano (IFAF). Il volto della nostra Nazionale maggiore è cambiato molto dalla storica vittoria contro la Svezia del 31 ottobre 2021, con coach Davide Giuliano e il suo staff che hanno dovuto fare i conti con un necessario cambio generazionale: "Abbiamo perso gran parte degli atleti a roster nell’Europeo del 2021 – commenta coach Giuliano - Ma abbiamo lavorato duramente per preparare i nuovi, giovani azzurri ad affrontare quella grande sfida che l’Austria rappresenta per noi. Domenica saremo pronti e, come sempre, affamati di vittoria!". Nel roster del Blue Team ci sono ben 21 marinai: "Siamo orgogliosi e felici che i nostri giocatori siano al servizio della nazionale – evidenzia Mutti -. Vestire e difendere i colori della propria nazione, è il massimo a cui si possa aspirare a livello sportivo".

A guidare l’attacco italiano ci sarà ancora una volta il QB oriundo dei marinai Luke Zahradka, pronto ad imbeccare una serie di ricevitori italiani di talento, come Tommaso Finadri, Simone Boni, Luciano Giuliani, Matteo Mozzanica, Fabrizio Nanni e Jordan Bouah, quest’ultimo di rientro in Italia proprio dall’Austria dove sta disputando, per la seconda stagione consecutiva, la ELF con i Vienna Vikings (Campioni 2022): "Il nostro quarterback Luke sta facendo un’ottima stagione, con numeri molto importanti". Sul fronte dei Seamen, dopo la pausa per le nazionali, i marinai avranno ancora quattro sfide da giocare nella European League of Football: "Per noi saranno come 4 finali – carica il patron Mutti -. Vogliamo giocarle al massimo e cercare di ottenere la posta in palio". Finora, infatti, su 8 partite disputate nella Lega Europea, i milanesi hanno raccolto un solo successo, quello nella quarta giornata al Velodromo Vigorelli contro gli svizzeri degli Helvetic Guards ( 32 a 0): "Abbiamo raccolto meno di quello che abbiamo seminato – conclude -. Sicuramente in molte circostanze meritavamo di più, altre volte abbiamo perso anche per colpa nostra, per dei nostri errori, ma adesso guardiamo avanti perché abbiamo ancora 4 finali da disputare: una volta finita la stagione, allora sì potremo tirare un bilancio finale".