L’Atalanta vola dritta agli ottavi. Alla Dea basta l’eurogol di Scamacca. Il pari con lo Sporting vale il primato

L'Atalanta ha raggiunto il primo obiettivo stagionale: vincere il proprio girone di Europa League con un turno di anticipo, qualificandosi agli ottavi di finale. La squadra nerazzurra ha dimostrato di poter puntare alla finale di Dublino, con 3 vittorie e un pareggio in 5 gare. Ora si concentrerà sul campionato e sulla Coppa Italia.

Alla Dea basta l’eurogol di Scamacca. Il pari con lo Sporting vale il primato
Alla Dea basta l’eurogol di Scamacca. Il pari con lo Sporting vale il primato

Ennesimo capolavoro europeo dell’Atalanta che ha centrato il primo doppio obiettivo stagionale. Pareggiando 1-1 contro lo Sporting Lisbona, grazie ad un gol di Gianluca Scamacca, nel fortino del Gewiss Stadium, la Dea, imbattuta in cinque gare europee, ha vinto il proprio girone di Europa League con un turno di anticipo, conquistando l’accesso agli ottavi di finale che si disputeranno a marzo, evitando così l’insidioso turno intermedio di febbraio riservato alle seconde classificate che affronteranno le retrocesse dalla Champions. Tre mesi senza impegni internazionali per la squadra nerazzurra che tra due settimane affronterà la conclusiva trasferta in Polonia contro il Rakow senza alcuna pressione di risultato, lasciando spazio alle seconde linee. Tre mesi senza Europa tutti da dedicare al fronte interno: alla rincorsa del quarto posto in campionato e poi da gennaio alla Coppa Italia, l’altro obiettivo stagionale dei nerazzurri. Che risultati alla mano stanno dimostrando di poter puntare concretamente ad andare agiocarsi il 22 maggio la finalissima di Europa League a Dublino.

Una strada continentale ancora lunga, in cui la Dea sta procedendo come un razzo con 3 vittorie (due casalinghe su tre contro Rakow e Sturm e il successo a Lisbona) e un pareggio esterno a Graz per 2-2 prima del pari di ieri contro lo Sporting, per un ruolino di marcia da undici punti in cinque gare. "Questo è un primo obiettivo stagionale, importante, che abbiamo centrato, facendo tanti punti contro squadre che dominano nei loro campionati europei. Per noi è una grande soddisfazione", ha commentato a fine partita un felice Gian Piero Gasperini. Che oltre al traguardo europeo ha sottolineato anche la ricaduta che questa qualificazione anticipata avrà in campionato.

"Ora potremo recuperare energie e anche qualche giocatore acciaccato e avremo il tempo per dedicare tutta la nostra concentrazione al campionato. Dobbiamo recuperare al meglio qualche giocatore e avremo più allenamenti per farlo", ha chiosato Gasp, facendo capire che il bello per la sua Dea deve ancora arrivare. Perché i nerazzurri da un mese non stanno avendo quasi per nulla De Ketelaere, non stanno avendo dietro Palomino e Toloi praticamente quasi sempre fuori, non hanno mai avuto finora l’attaccante maliano El Bilal Toure’ acquistato in estate per 31 milioni. Recuperi che potrebbero garantire un ulteriore salto di qualità ad un’Atalanta che adesso cercherà di recuperare terreno verso il quarto posto che rappresenta un altro degli obiettivi stagionali. Dea brava in queste cinque gare europee ad adattarsi alle partite, aggressiva nei primi tempi conclusi quasi sempre in vantaggio, brava anche a soffrire nei due secondi tempi contro lo Sporting Lisbona, che partiva favorito in questo girone, e un mese fa a Graz.

Contro lo Sporting ieri sera la fortuna, che premia gli audaci, ha dato un aiutino ai nerazzurri, con un paio di errori in area di Gyokeres e di Goncalves che ha colpito anche un doppio palo a venti minuti dalla fine dopo il pareggio di Edwards, in una partita che però l’Atalanta avrebbe potuto chiudere a inizio ripresa se Gianluca Scamacca non si fosse divorato il facile pallone del 2-0. Il centravanti romano si sta dimostrando un attaccante in grado di rimpiazzare la meteora Hojlund dello scorso girone di ritorno e lo Zapata del triennio 2018-2021 da oltre venti gol stagionali. Il bomber capitolino con la sua saetta al 23’ è arrivato a quota 6 gol e Gasperini non ha dubbi: "Ha potenzialità enormi, davanti è un pericolo per gli avversari, deve solo trovare più continuità e lo aiuteremo a trovarla". Per l’Atalanta il bello deve ancora cominciare.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su