Sofia Goggia
Sofia Goggia

Crans Montana (Svizzera), 23 gennaio 2021 - Sofia Goggia centra il poker. Nella seconda discesa di Crans Montana, disputata questa mattina l'atleta bergamasca, 28 anni, ha sbaragliato la concorrenza, bissando il successo conquistato ieri.

Per Goggia si tratta del quarto trionfo di fila nella specialità più veloce dello sci alpino. La giornata storica delle azzurre è stata completata dal terzo posto della valtellinese Elena Curtoni, 29 anni. Il primo posto di Goggia è il successo numero 100 per le ragazze dello sci tricolore nella storia della Coppa del Mondo. 

La vincitrice dell'oro olimpico 2018 è stata praticamente perfetta, guadagnando intermedio dopo intermedio sulle atlete che l'avevano preceduta. Al traguardo, consapevole di aver centrato un tempo difficilmente battibile (1.27.75), si è lasciata sfuggire un orgoglioso "Only the brave".

L'unica ad avvicinarsi alla perfezione è stata la svizzera Lara Gut, che ha fatto tremare il primato di Goggia, arrivando a 27 centesimi dal primo posto. Festa anche per Elena Curtoni. La valtellinese è stata brava sui piani, la parte a lei meno gradita della prova, chiudendo a 60 centesimi dalla compagna. Bene anche la trentina Laura Pirovano, 23 anni, che ha terminato in quarta posizione.

Sofia Goggia è "felice" per la presenza sul podio dell'amica e compagna di squadra Elena Curtoni.

"Fin da piccola Elena è stata il mio incubo per come andava, correvamo insieme, e ora dopo 20 anni ci troviamo tutte e due su un podio di cdm. 

Goggia ha poi analizzato la gara di oggi ai microfoni Rai: "Non era facile, chi è sceso con i primi numeri si è trovata veramente il buio, nei primi passaggi infatti non mi sono fidata a spingere". Dopo l'oro olimpico e il poker di successi in discesa centrato oggi, Sofia guarda ancora avanti.

"Si vive sempre per la prossima gara e per le esperienze che non abbiamo ancora raggiunto"

Poi la campionessa rivela di essere già proiettata sulla gara di domani, quando gareggerà nel superG alle 12: "Io vado avanti giorno per giorno, cerco di essere sempre una migliore atleta e una migliore sciatrice. Ora c'è la premiazione, poi la vittoria di oggi passa in archivio. A livello mentale faccio finta che quella di oggi sia stata una prova in vista della gara di domani".

Molto soddisfatta anche Elena Curtoni per il suo terzo posto: "E' stata una giornata molto bella per me, finalmente sono riuscita a esprimermi come forse dovrei fare sempre. Sono contenta. Ho faticato un pochino nella parte bassa della pista, era buio, non vedevo bene"