Ilaria Checchi
Calcio

Milan, tegola Ibrahimovic: rischia due settimane di stop

A pochi giorni dal big match del Maradona, dopo Kalulu Pioli perde anche lo svedese. “Il Napoli è forte ma nessuna squadra è imbattibile”, le parole del tecnico rossonero

Zlatan Ibrahimovic (Ansa)

Zlatan Ibrahimovic (Ansa)

Milano, 30 marzo 2023 - A Milanello proseguono le manovre di avvicinamento al big match di domenica sera al Maradona, con il rientro dei nazionali dalle rispettive selezioni dopo la parentesi per Euro 2024: per Pioli arriva però una brutta notizia relativa alle condizioni di Zlatan Ibrahimovic.

L’attaccante svedese, che era tornato dagli impegni con la sua nazionale con un fastidio muscolare, sarà invece costretto a uno stop di circa due settimane: gli accertamenti a cui si è sottoposto, infatti, hanno evidenziato un problema muscolare alla coscia destra per il quale verrà valutato settimana per settimana. Ibra salterà quindi la sfida di domenica sera contro il Napoli, dove il peso dell’attacco sarà portato, come sempre, da Olivier Giroud. Oltre a Ibra, il tecnico emiliano dovrà fare a meno anche di Pierre Kalulu e Junior Messias: gli esami effettuati lunedì dal difensore francese hanno evidenziato una lesione del muscolo soleo del polpaccio destro e un nuovo controllo strumentale verrà effettuato tra una settimana; fuori, dunque, sicuramente per Napoli ed Empoli e molto probabilmente anche per l'andata di Champions contro i partenopei. Con l'assenza del numero 20, il ruolo di terzino destro sarà quasi certamente ricoperto da Davide Calabria con il recuperato Florenzi come prima alternativa, mentre i tre centrali rimasti (Tomori, Thiaw e Kjaer) si giocheranno i due posti disponibili con l'inglese favorito per essere affiancato da uno degli altri due. Calabria non disputa un match dal primo minuto dal derby di campionato dello scorso 5 febbraio e da quel giorno il terzino milanista ha visto pochissimo il campo (ha avuto anche un problema fisico che lo ha tenuto fuori per qualche tempo) ed è rimasto in panchina per 90' anche nelle due grandi sfide di Champions League contro il Tottenham. Per quanto riguarda Messias, si punta ad un recupero abbastanza rapido. Il brasiliano, assente dal secondo tempo contro il Tottenham al ritorno, spera di rientrare per la sfida di andata contro il Napoli in Champions League ma anche in questo caso le valutazioni saranno fatte giorno per giorno. “Il Napoli è molto forte, in estate era difficile prevedere potesse fare un calcio così ma nessuna squadra è imbattibile. Per far sì che questa sia una stagione positiva dobbiamo giocare in Champions anche l'anno prossimo e per questo bisogna stare attenti in campionato”, le parole di Stefano Pioli in vista dell’impegno decisivo del 2 aprile, che apre un mese di fuoco per i rossoneri, reduci da un solo punto raccolto nelle ultime tre giornate e una crisi pesante vissuta a gennaio. Per affrontare la corazzata partenopea il tecnico potrebbe cambiare non solo modulo tattico, ritornando alla difesa a quattro: con il 3-4-2-1 le cose sono nettamente migliorare dal punto di vista difensivo, dopo il gennaio nero vissuto dal Diavolo, ma a farne le spese è stata senza dubbio la pericolosità offensiva, con il Milan troppo poco prolifico sotto porta.

Per questo Pioli punta a tornare all’antico: nelle prove di oggi, le prime della settimana in vista del match in casa del Napoli, il tecnico rossonero ha provato al centro Kjaer e non Thiaw al fianco di Tomori, mentre sulle fasce spazio a Calabria a destra e a Theo Hernandez a sinistra. Contro il Napoli, si dovrebbe quindi rivedere il 4-2-3-1 con Bennacer e Tonali in mezzo al campo: in avanti alle spalle di Giroud, Leao è sicuro di un posto a sinistra, mentre come trequartista Diaz è leggermente favorito su Krunic. A destra, infine, ci dovrebbe essere Saelemaekers.