La battaglia dei record. I ponti tibetani sono imbattibili: "Svettano in Europa"

Tartano, Bertolini: "Tanti i tentativi di imitazione ma i loro primati resistono"

La proliferazione emulativa del bellissimo Ponte nel Cielo sta creando qualche problema nel confronto dei record tra i vari ponti tibetani e no. Curiosamente, però, il ponte valtellinese del paesino di Campo, frazione di Tartano, mantiene il record in altezza e il bergamasco di Dossena detiene il record in lunghezza di 505 metri. Abbiamo chiesto a Renato Bertolini, ideatore del Ponte nel Cielo e presidente del Consorzio Pustaresc che l’ha realizzato, che di mestiere fa il geometra, quale sia la situazione concreta dei record di queste attrazioni che destano tanto interesse in tutto il mondo.

"Con le misure - spiega Bertolini - ci lavoro tutti i giorni e l’imminente apertura di un nuovo ponte a Sellano, in provincia di Perugia, evidenzia come siano necessari parametri uguali di misurazione in merito ai vari primati che incuriosiscono molto i visitatori. La maggioranza dei turisti apprezza gli sforzi dei piccoli borghi per avere anche loro una legittima vetrina turistica che aiuti contro lo spopolamento e l’abbandono inesorabile delle terre alte. Innanzitutto, bisogna distinguere i ponti tibetani da quelli che poco ci azzeccano perché ve ne sono parecchi che hanno strutture metalliche ed in calcestruzzo talmente complesse, strallate, stabilizzate, tirantate che finiscono in altre categorie non comparabili, ma ascrivibili a normali ponti sospesi vedasi quelli imponenti del Portogallo Arouca e della Repubblica Ceca Ski Bridge. Poi bisogna utilizzare un unico metodo di misurazione che, se in lunghezza è abbastanza semplice, in altezza ha visto interpretazioni forvianti. Per intenderci, un qualsiasi ponte, in altezza viene misurato dal punto più basso della pancia centrale al punto sottostante del terreno o torrente. Il “Ponte nel Cielo” in Valtellina con i suoi 143 metri è ancora ad oggi, a pieno titolo, il ponte più alto delle Alpi e d’Europa mentre il “Ponte nel Sole” in Val Brembana con i 505 metri è il più lungo; questi 2 ponti lombardi hanno una struttura conforme alla tipologia tradizionale tibetana a 3 o 4 funi libere e con le loro esili strutture hanno inoltre un leggero impatto ambientale". Il ponte valtellinese è per famiglie ed è tra i pochi ad essere percorribile comodamente nei due sensi di marcia, con carrozzine, passeggini e cagnolini al seguito.