Bergamo e Brescia capitali. Il gran finale martedì. La festa sarà nei musei

La cerimonia di chiusura al teatro Donizetti e al Grande della Leonessa d’Italia. Decine di eventi in programma e passaggio del testimone al sindaco di Pesaro.

Bergamo e Brescia capitali. Il gran finale martedì. La festa sarà nei musei
Bergamo e Brescia capitali. Il gran finale martedì. La festa sarà nei musei

A una prima parte istituzionale - una cerimonia a inviti - farà seguito una festa all’aperto rivolta a tutta la cittadinanza. Bergamo e Brescia chiudono ufficialmente l’anno che le ha viste condividere il titolo di Capitale Italiana della Cultura, con una cerimonia in due tempi. L’appuntamento è per martedì 19 dicembre, con inizio alle 17 al Teatro Donizetti di Bergamo e al Teatro Grande di Brescia, che saranno collegati in diretta. Una cerimonia di chiusura condivisa, con padroni di casa, ospiti e artisti che si alterneranno sui palchi. Ai discorsi dei sindaci Giorgio Gori e Laura Castelletti e degli assessori alla cultura Nadia Ghisalberti e Andrea Poli, si alterneranno intermezzi musicali, brani dell’opera contemporanea Raffa in the sky e arie di Donizetti. Previsto l’intervento dell’assessore alla Cultura di Regione Lombardia Francesca Caruso. Nel corso della serata, che si concluderà alle 18,30, avverrà il passaggio del testimone da Bergamo e Brescia a Pesaro, Capitale Italiana della Cultura 2024, alla presenza del sindaco della cittadina marchigiana, Matteo Ricci. Concluderanno la cerimonia istituzionale le note di una marching band che dal palco scenderà in platea per accompagnare il pubblico fuori dal teatro (stessa cosa a Brescia). Dove la festa nel capoluogo orobico continuerà, tra musica e luci. Sul palco allestito all’esterno del teatro Donizetti saranno riproposti in video alcuni dei momenti salienti che hanno caratterizzato il palinsesto degli ultimi 12 mesi. A completare il programma, la possibilità di visitare sino alle 22, con ingresso gratuito, le tre mostre del gran finale dell’evento.

Porte aperte in Accademia Carrara per l’esposizione dedicata a Tiziano e all’Aretino, mentre in Città Alta accesso libero al Museo di Scienze Naturali per la rassegna dedicata all’esploratore bergamasco Costantino Beltrami e al Palazzo della Ragione per l’esposizione sulle Mura di Bergamo. Al termine della cerimonia congiunta in teatro, a Brescia la musica sarà la protagonista della serata. Con diverse realtà del territorio chiamate ad animare la città. Aperti al pubblico fino alle 23 il museo Santa Giulia, la Pinacoteca Tosio Martinengo, Palazzo Martinengo, il Museo nazionale della fotografia e il Museo diocesano. Gran finale con il dj set live del bassista Saturnino nello spazio antistante il Teatro Grande.