La meccanica "sposa" l'intelligenza artificiale: Marchesini Group acquisisce Sea Vision

Pavia, l'operazione garantirà all'impresa nata come spin-off universitario le migliori condizioni per la crescita sui mercati internazionali

La sede di Sea Vision a Pavia

La sede di Sea vision a Pavia

Pavia, 6 ottobre 2022 - Marchesini Group, azienda di Pianoro (Bo) che progetta e costruisce macchine e linee personalizzate per il confezionamento dei prodotti farmaceutici e cosmetici annuncia l’acquisizione del 100% di Sea Vision Group, realtà nata a Pavia e divenuta leader nella realizzazione di sistemi per la tracciabilità, la raccolta dati e l’ispezione nel settore del confezionamento. L’acquisizione, avviata nel 2018 con il rilevamento iniziale del 48% delle quote di Sea Vision Group, rappresenta il completamento di una delle più significative operazioni di mercato compiute da Marchesini Group nell’arco della sua storia quasi cinquantennale.

A seguito dell’acquisizione Pietro Cassani, amministratore delegato di Marchesini Group, diventerà presidente del Cda di Sea Vision Group, in cui siederà anche Michele Cei, co-fondatore dell’azienda lombarda, che manterrà il ruolo di amministratore delegato. Le nuove dinamiche societarie, come da tradizione e scelta strategica di Marchesini Group, non modificheranno il percorso di crescita di Sea Vision Group, che ha una previsione di fatturato per il 2022 di oltre 50 milioni di euro.

"Ci confrontiamo con i temi dell’industria 4.0 da quasi 20 anni, prima ancora che diventassero di moda - ha detto Pietro Cassani -. L’ingresso di Sea Vision Group in Marchesini Group ci permette di creare delle linee per il confezionamento ancora più integrate con i sistemi di visione e ispezione, così da garantire ai nostri clienti prestazioni sempre più elevate e con una forte personalizzazione”.

"Dopo anni di collaborazione strategica, completiamo oggi il nostro ingresso nel Gruppo Marchesini: questa operazione garantirà a Sea Vision Group le migliori condizioni per la crescita sui mercati internazionali, e darà ulteriore slancio alle nostre già forti ambizioni di sviluppo - ha specificato Michele Cei, ad di Sea Vision Group -. Tutti i progetti su cui stiamo lavorando intensamente per lanciare nuovi prodotti con tecniche di intelligenza artificiale, come la Line clearance, o in ambito visione e tracciabilità proseguiranno e riceveranno una spinta ulteriore. Manterremo inoltre la nostra indipendenza commerciale, in altre parole, la nostra identità”.

L’operazione Sea Vision Group è la punta di diamante di una strategia di lungo termine che mira a integrare la galassia di imprese meccaniche controllate da Marchesini Group con alcune tra le migliori realtà nazionali dedicate al software e alla visione. È alla luce di questa strategia che Sea Vision Group ha recentemente acquisito Argo Vision, azienda specializzata nell’intelligenza artificiale, mentre Marchesini Group ha finalizzato il controllo societario di Proteo Engineering specializzata in automazione industriale e di Auteco, operativa nella creazione di soluzioni nel campo dell’automazione, del controllo di processo e della digitalizzazione dei flussi operativi. 

"Governando in house le complesse dinamiche che definiscono la digitalizzazione dei processi produttivi, vogliamo interconnettere la meccanica con la robotica e il software, la manifattura con la digitalizzazione e l’intelligenza artificiale - ha commentato Maurizio Marchesini, presidente di Marchesini Group e vicepresidente di Confindustria con delega alle filiere e medie imprese -. L’obiettivo è quello di riuscire a trasformare le linee produttive che confezionano, tra gli altri, prodotti come i vaccini anti-Covid o gli antitumorali in oggetti che possono essere integralmente interconnessi, così da poter offrire ai nostri clienti un servizio di assistenza real time, secondo i più alti standard richiesti dai settori in cui operiamo".