M.M.
Cronaca

Tragedia a Pavia: pulisce i vetri, perde l’equilibrio e precipita dalla finestra: morta una donna

L’anziana è caduta dal secondo piano di una palazzina di via Volturno, in centro storico. Inutili i soccorsi

Puliva i vetri, volo fatale dalla finestra

Puliva i vetri, volo fatale dalla finestra

Pavia – Lavava i vetri di casa, quando per un tragico incidente è caduta schiantandosi al suolo. Teatro della tragedia, ieri attorno alle 14,30, via Volturno, in pieno centro.

Nella strada dove si trovano un ristorante e un’agenzia di viaggi, una donna anziana le cui generalità non sono ancora state rese note stava facendo le pulizie quando, forse per un capogiro o per guardare che cosa succedesse in strada, è caduta dal secondo piano. Inizialmente si era pensato a un gesto volontario, ipotesi scartata perché sul balcone accanto alla porta-finestra sono rimasti lo sgabello che l’anziana stava usando e gli arnesi che vengono impiegati per effettuare le pulizie.

"Stavo riponendo la biancheria nella mia camera da letto che guarda il balcone della signora – ha raccontato Paolo Fornelli – e l’ho vista lavare i vetri. Ricordo d’aver pensato che avrebbe potuto essere pericoloso effettuare quell’operazione. Poi mi sono spostato nello studio e ho sentito un tonfo, senza grida. Quando mi sono affacciato, ho visto quanto era accaduto".

Il corpo della donna era a terra esanime. Il ristoratore del locale che si trova poco distante è uscito proprio quando ha sentito il rumore e ha avuto un mancamento nel vedere la signora in quelle condizioni. Sconvolte anche alcune persone che stavano guardando le vetrine dell’agenzia di viaggi, chiusa in quel momento per la pausa pranzo, e hanno visto il corpo della donna senza vita.

Subito sono stati chiamati i sanitari, gli agenti della Volante e della Scientifica, mentre il corpo è stato coperto con un lenzuolo dei vicini. "Corri, tua mamma è caduta", hanno detto alcuni residenti alla figlia della donna, raggiungendola al telefono sul posto di lavoro a Milano. Lei si è precipitata, sperando di poter fare ancora qualcosa per la madre che invece aveva già cessato di vivere.