Quotidiano Nazionale logo
11 mar 2022

Pavia: spari in Strada Nuova, arrestato albanese di 28 anni

Il giovane dovrà rispondere del tentato omicidio di un connazionale, un 19enne rimasto ferito dalle pallottole 

manuela marziani
Cronaca
pavia - sparatoria in strada nuova - litigio rissa tra albanesi, rientro in giallo - sul posto polizia di stato e polizia locale - foto torres
Sparatoria in strada nuova a Pavia

Pavia - Un regolamento di conti per un presunto sgarro che un giovane albanese aveva cercato di "sistemare" esplodendo dei colpi di pistola in pieno centro, in mezzo alla folla del sabato sera. A meno di un mese da quell'episodio che aveva fatto tremare Pavia e ferito un giovane non ancora ventenne, è stato arrestato il presunto autore del tentato omicidio. 

Agusti Markvukaj, 28 anni, subito dopo il blitz pavese si era nascosto prima a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia e da lì, due giorni dopo in pullman, aveva raggiunto l'Albania e Lezhe sua città d'origine dove nel tardo pomeriggio di mercoledì è stato arrestato. Il giovane è ritenuto il responsabile della sparatoria avvenuta nella serata del 19 febbraio scorso in corso Strada Nuova. Le manette sono scattate ai polsi dell'albanese in esecuzione di una ordinanza del Gip di Pavia emessa lo scorso 25 febbraio. Dovrà rispondere del reato di tentato omicidio nei confronti di un connazionale, Iglijan Zefi, 19 anni, che nella sparatoria era rimasto ferito.

A Markvukaj, raggiunto da un mandato di arresto europeo, gli investigatori della Squadra mobile della Questura di Pavia sono arrivati grazie alla proficua collaborazione intercorsa con il Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia e con l'Ufficio dell'esperto per sicurezza in Albania. Grazie alle immagini delle telecamere e al tracciamento del cellulare è stato possibile seguire i movimenti del ricercato in tempo reale. Le indagini proseguono per definire il coinvolgimento di altre persone e avere definitiva conferma degli addebiti che al momento risultano mossi all'indagato.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?