Esondazione del Sesia
Esondazione del Sesia

Palestro, 3 ottobre 2020 – E’ stata una notte da dimenticare quella vissuta nella zona di confine tra la Lomellina ed il Piemonte a causa dell’ondata di maltempo che ha sferzato l’area nella giornata di ieri e la scorsa notte.

Il Sesia, salito ad oltre due metri oltre la soglia di pericolo, ha rotto gli argini nella zona compresa tra Palestro e Langosco allagando i campi di riso. Alcune cascine sono rimaste isolate anche se non è stato necessario evacuarne i residenti. I ponti sono chiusi così come i tratti delle provinciali che lambiscono l’area golenale. Secondo Coldiretti in questo inizio di autunno gli eventi atmosferici di rilievo sono stati 127, il 92% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, indice di una spiccata tendenza al cambiamento climatico che si manifesta con grandine di dimensioni maggiori rispetto l solito, elevata frequenza della manifestazioni e sfasamenti stagionali. I danni non sono ancora stati quantificati ma in molti dei campi finiti sott’acqua non era ancora iniziata la raccolta del riso. Sempre secondo Coldiretti i danni diretti del maltempo nell’ultime decennio ammontano a non meno di 14 milioni di euro.