La campagna per i giovani: "Le Pmi non sono ripiego ma scelta di prim’ordine"

Confartigianato Imprese Pavia punta a promuovere le piccole aziende come hub per la crescita professionale e personale degli under 29.

La campagna per i giovani: "Le Pmi non sono ripiego ma scelta di prim’ordine"
La campagna per i giovani: "Le Pmi non sono ripiego ma scelta di prim’ordine"

Margherita, Paola, Luca e Filippo: sono i quattro protagonisti della nuova campagna 2024 di Confartigianato Imprese Pavia. “Diventare grandi nelle piccole imprese“ è lo slogan che punta a promuovere le Pmi come hub per la crescita professionale e personale degli under 29. Giovani che già oggi, in provincia, rappresentano il 14,8% degli occupati (18 la media lombarda), registrano un tasso di occupazione del 41,2% (era il 39,1% nel 2022), e hanno un peso pari al 32% sul totale delle entrate preventivate in azienda (30,8 nel 2022). "Valori che crediamo possano crescere negli anni a fronte di un’offerta di sempre maggiore qualità da parte delle Pmi che, sul territorio, raggiungono il 99,4% del totale delle imprese - spiega il presidente di Confartigianato Renato Perversi – I giovani sono una scelta per l’impresa e hanno un futuro nell’impresa piccola perché diventano protagonisti".

In un contesto economico come l’attuale, per essere competitivi occorre puntare sull’eccellenza e i più giovani possono giocare un ruolo importante. "Le Pmi sono innovative, sostenibili, flessibili, agili nei processi di sviluppo – aggiunge Perversi – Da noi si può trovare non solo un lavoro ma il lavoro, quello che risponde alle aspettative di crescita personale e professionale, di formazione continua, trasmissione del sapere, velocità, stimolo, sviluppo in termini di carriera. Per questo abbiamo scelto di rivolgerci ai giovani, affinché conoscano le piccole imprese da vicino". Attraverso un manifesto che verrà diffuso agli imprenditori e alle scuole e una campagna pubblicitaria la piccola impresa punta a costruire con i giovani una relazione duratura.

"Con questa campagna – aggiunge il segretario generale Stefano Bruni – vogliamo dimostrare che è possibile mettere in campo strumenti e azioni efficaci per assumere e trattenere i giovani nelle nostre piccole imprese, che non sono scelte di ripiego, ma scelte di prim’ordine".

Manuela Marziani