Ex Snia di nuovo all’asta. A poco più di un milione

Pavia, settimo tentativo di vendere la fabbrica

Ex Snia di nuovo all’asta. A poco più di un milione

La Snia Viscosa è dismessa da 40 anni A frenare i compratori, i venti milioni da spendere per bonificare i terreni

Un’altra asta nella speranza di dare nuova vita all’ex Snia, dove fino a 40 anni fa si producevano sete artificiali. È fissato per il 18 aprile il settimo tentativo di trovare un compratore per i 107mila metri quadrati tra viale Montegrappa e le vie Dossi, Montefiascone e Maggi. Il prezzo è di un milione e 146mila euro, decisamente inferiore rispetto ai 6,4 milioni del primo incanto, nel novembre 2021. Negli anni le diverse manifestazioni d’interesse non si sono mai concretizzate in un’offerta, forse anche per paura degli elevati costi di bonifica e messa in sicurezza. Si aggira sui 20 milioni la spesa per ripulire i terreni dai rifiuti chimici sversati in decenni di lavorazioni. E tra i vecchi capannoni industriali di tanto in tanto si vedono senzatetto in cerca di riparo. Il cadavere di una nordafricana ridotto a scheletro è stato trovato a ottobre 2022, facendo scattare il sequestro dell’ex Snia. In primavera i sigilli sono stati tolti e ora l’area può tornare all’asta.

M.M.