Banco Bpm ha inaugurato la nuova filiale

Inaugurata la nuova filiale di Banco BPM a Mede, sostegno alla scuola primaria con un contributo di 4 mila euro per un progetto di musicoterapia umanistica.

Banco Bpm ha inaugurato la nuova filiale

Banco Bpm ha inaugurato la nuova filiale

È stata inaugurata ufficialmente, nel pomeriggio di ieri alla presenza del sindaco Giorgio Guardamagna, dell’assessore regionale Elena Lucchini, delle autorità locali, dei vertici della banca e di tanti clienti, la nuova filiale di Mede di Banco BPM in viale le I Maggio, 22. Dopo l’incendio che nel 2022 aveva reso inagibile la storica agenzia di corso Italia, la banca aveva predisposto, in via provvisoria, uno sportello mobile che aveva consentito alla clientela di fruire provvisoriamente dei principali servizi bancari. Adesso, i rinnovati spazi di viale I Maggio, riaperti già da alcune settimane, assicurano ai clienti un’agenzia pienamente operativa in grado di erogare tutti i servizi bancari di sportello e di consulenza. A fare gli onori di casa agli ospiti, insieme al direttore Giulio Ielapi e i colleghi della filiale di Mede, sono intervenuti la responsabile dell’Area Parma-Piacenza-Pavia Caterina Di Lella, il responsabile della Direzione Territoriale Lodi, Lombardia Sud e Liguria Antonio Luca Sallustio. Presente all’evento anche il preside della scuola primaria Daniele Stefano Bonomi. L’inaugurazione infatti, è stata l’occasione per annunciare l’intervento deciso da Banco Bpm a favore dell’Istituto “A. Massazza” e della scuola primaria di Mede: un contributo di 4 mila euro destinato al progetto di musicoterapia umanistica che coinvolgerà 110 bambini, per accompagnare il loro sviluppo psicomotorio, del linguaggio verbale elementare oltre a incoraggiare l’integrazione dei ragazzi con disagi relazionali. "Siamo davvero lieti di poter inaugurare insieme ai nostri clienti la nuova filiale – ha commentato Sallustio –. È un’occasione per confermare la volontà di Banco Bpm di mantenere una presenza tangibile a Mede. Questo è lo spirito con cui abbiamo anche deciso di sostenere il progetto della primaria".