Moneta urbanistica. Un palazzo di 5 piani per “comprare“ tremila metri di verde

Dopo sei anni di attesa approvato il piano attuativo di via Gallarana. In cambio del condominio verrà ampliata la superficie del parco. Il privato si è impegnato anche a sistemare il campo da basket.

Moneta urbanistica. Un palazzo di 5 piani per “comprare“ tremila metri di verde

Moneta urbanistica. Un palazzo di 5 piani per “comprare“ tremila metri di verde

Un nuovo palazzo di 5 piani in cambio di aree verdi che amplieranno il parco di via Gallarana. Via libera in giunta al piano attuativo avviato nel 2018: il progetto prevede la costruzione di un condominio che occupa circa 2.500 metri quadrati di superficie lorda. La moneta urbanistica permetterà, però, di “comprare“ 3.390 metri di verde, che amplieranno il Parco Gallarana inaugurato a luglio. Saranno anche previsti parcheggi pubblici e l’allargamento della pista ciclopedonale che collega via Aguggiari a via Gallarana. Nella parte pubblica di area a verde saranno piantumate piante ad alto fusto al confine con la parte privata e con la nuova ciclopedonale. Sempre nella parte verso via Gallarana, adibita a nuovo parcheggio pubblico, sarà creata una zona di filtro “verde” naturale per schermare l’edificio dal traffico. Con il piano, il privato che realizza l’edificio si impegna a realizzare opere di urbanizzazione primaria per 92mila euro e di urbanizzazione secondaria con finalità sociale per 120mila euro.

Nello specifico, sarà rifatto il campo da basket di via Prampolini, verranno sistemati i viali circostanti e inseriti elementi di arredo urbano oltre alla messa a dimora di piante e arbusti. Il privato si è impegnato anche ad eseguire a proprie spese la posa delle alberature nell’area privata e a realizzare un nuovo ingresso per il parco pubblico da via Gallarana, in corrispondenza del percorso ciclabile. A chiudere l’operazione, la realizzazione di 300 nuovi posti auto. "Il piano – sottolinea l’assessore al governo del territorio e all’edilizia privata, Marco Lamperti – permette di realizzare opere utili alla cittadinanza e fornire un nuovo portale d’ingresso al parco, ma sarà certamente uno degli ultimi a consumo di suolo, visto che la Variante al Pgt è in fase di redazione".