FABIO LUONGO
Cronaca

Basta dispersioni idriche e sprechi Gli operai ci metteranno un tappo

Sostituzione dei 700 metri di tubature vecchie e ammalorate, piano da 50 milionin in tutta la Brianza. In un anno si risparmieranno 5mila metri cubi di acqua, gli interventi dureranno quattro mesi.

Basta dispersioni idriche e sprechi  Gli operai ci metteranno un tappo

Basta dispersioni idriche e sprechi Gli operai ci metteranno un tappo

di Fabio Luongo

Stop alle perdite nella rete idrica della città, che oggi si portano via centinaia di metri cubi d’acqua ogni mese. A metterci un tappo ci penserà il maxi-intervento da quasi mezzo milione di euro messo in cantiere da BrianzAcque e che prenderà il via oggi. I lavori interesseranno le tubature che scorrono sotto 3 importanti strade lissonesi, nella zona compresa tra il centro storico e la stazione ferroviaria, con l’obiettivo di contenere al massimo le dispersioni e aumentare l’affidabilità della rete. Le opere avverranno con scavi a cielo aperto e coinvolgeranno il lungo rettilineo composto da via General Guidoni, via don Colnaghi e via San Rocco, ossia l’arteria che parte dalla stazione Fs, passa davanti all’ex oratorio San Luigi e si conclude a due passi dal Comune. Gli interventi dureranno 4 mesi, l’azienda stima di poter recuperare una perdita idrica di 13,5 metri cubi d’acqua al giorno, ossia 450 metri cubi al mese e poco meno di 5mila in un anno. I lavori consisteranno nella sostituzione di un tratto di acquedotto da 700 metri. I lissonesi potranno contare anche su una maggior disponibilità di acqua in caso di periodi di siccità. La società idrica brianzola potrà contare sui contributi provenienti dal Pnrr, che ha cofinanziato con 50 milioni di euro il maxi-piano complessivo ideato dall’azienda per ammodernare e digitalizzare rete e acquedotti della Brianza. Le opere partiranno da via General Guidoni, mentre il tratto di via don Colnaghi interessato sarà quello compreso tra via Cappuccina e via San Rocco. In quest’ultima saranno sostituiti i tubi tra via Mazzini e via Gramsci.

Durante i cantieri la circolazione stradale subirà modifiche temporanee: BrianzAcque, Comune e polizia locale hanno studiato un piano per cercare di contenere i disagi. Una seconda tranche di interventi è prevista nel 2024, con altre 4 strade importanti che finiranno sotto i ferri, ossia via Pacinotti, via Monza, via Carducci e via Mazzini. "In Brianza, pur registrando percentuali di dispersione d’acqua ben al di sotto della media nazionale, guardiamo avanti e puntiamo ad abbassarle ulteriormente - spiega il presidente di BrianzAcque, Enrico Boerci -, così da tutelare e preservare un bene vitale per le generazioni presenti e future". "Grazie ai fondi del Pnrr - sottolinea la sindaca Laura Borella - viene realizzato questo importante progetto a beneficio dell’intera comunità. L’acqua è ora più che mai una risorsa di inestimabile valore".