Versace in passerella
Versace in passerella

MILANO “Fare un evento digitale ha i suoi vantaggi. Uno di questi è la possibilità di connettersi con il pubblico quando pensi sia il momento più giusto. La decisione di presentare la collezione Autunno/Inverno 2021 alcuni giorni dopo la fashion week di Milano, non influisce sul fatto che Versace rimane un membro orgoglioso di Camera della Moda e che il brand sarà sempre uno dei principali esponenti e un grande sostenitore del sistema moda italiano. La moda è arte, e proprio per questo, alcune volte deve potersi esprimersi al di fuori di percorsi predefiniti per fiorire al meglio”

Parola di Donatella Versace che giustifica così la scelta di Sfilare  fuori calendario. Versace svelerà la collezione  per la prima volta esclusivamente in formato digitale. Il video proietterà gli spettatori nella fase successiva dell’evoluzione di Versace.

“L’evento  a porte chiuse consente di  garantire la sicurezza e il benessere della nostra community -  fa sapere la maison-. La situazione pandemica  attuale senza precedenti ci ha permesso di sperimentare differenti modi di presentare le sue collezioni, affrontando le sfide creative di oggi in modo dinamico e artistico“.

Nella precedente fashion week   la maison Versace aveva coniugato moda e  design con  una  installazione in  città. Donatella Versace aveva  voluto ambientare la propria sfilata nell’immaginaria Versacepolis, una città sotterranea tra templi, colonne ed effigi della Medusa, che poi è lo storico marchio della casa di moda, e così anche la “casa” meneghina di Versace si era “ rifatta il look“, mostrandosi dominata  da una enorme  e spettacolare medusa gialla.