ILARIA CHECCHI
Milan

Milan e la vigilia del derby, la carica di Pioli: non abbiamo paura di nulla, pensiamo solo a domani

Il tecnico non ha dubbi: “Passa un treno, ma non sarà certo l'ultimo, è solo una stazione”. Lesione del retto femorale della coscia sinistra per Kalulu, al suo posto c'è Kjaer

Stefano Pioli

Stefano Pioli

Milano, 15 settembre 2023 – A poco più di 24 ore dal fischio d’inizio dell’attesissima stracittadina in casa nerazzurra, Stefano Pioli mette le cose in chiaro: “Sarà un bel derby, da affrontare con fiducia e determinazione, il passato non conta, mi interessa solo domani, altrimenti potremmo dire che due stagioni fa abbiamo vinto lo scudetto e loro no. Mi importa solo di mettere in campo le soluzioni per fare il nostro gioco: sappiamo che sono forti, ma noi andremo in campo per cercare di fare meglio di loro. Tra i miei ho visto grande attenzione e serenità, soprattutto tra i nuovi. Non so se è perché non sanno cosa aspettarsi domani, ma vedo una squadra serena e sorridente e credo che sia il modo giusto per affrontare queste gare. Poi arrivati a San Siro capiranno cos'è il derby. Stiamo parlando comunque di gente che ha già vissuto partite del genere in carriera: ci siamo preparati bene, poi alla fine del match potrò dire se siamo stati migliori. Affrontiamo la partita con la giusta spensieratezza”.

Stazione

"Domani passa un treno, ma non sarà certo l'ultimo, è solo una stazione. Siamo a inizio campionato, siamo partiti bene tutti e due e vogliamo continuare: ero curioso di vedere come giocavamo prima del debutto, ora non lo sono più, sono convinto di come l'abbiamo preparata e come la affronteremo. Sappiamo cosa proporre e cosa proporranno loro. Poi le partite vanno giocate, chiaramente” le parole del tecnico.

"Giroud nuovo Ibra in spogliatoio? Di Zlatan ce n'è uno, è la squadra che è cresciuta, ci sono giocatori di personalità, Olivier è uno di questi, ma i giovani sono maturati, i nuovi conoscono queste situazioni”. Con Tomori squalificato e Kalulu infortunato (la risonanza magnetica a cui è stato sottoposto il francese ha evidenziato una piccola lesione retto femorale della coscia sinistra da rivalutare fra circa 10 giorni), la scelta obbligata ricade su Simon Kjaer: “Sta bene ed è pronto per giocare una gara così importante”.

Kalulu, che verrà nuovamente valutato tra una decina di giorni, salterà sicuramente i prossimi match contro Inter, Newcastle, Verona e Cagliari. La speranza è che possa tornare a disposizione per la successiva sfida di campionato contro la Lazio. Sullo stato di forma e dei tanti gol segnati dagli attaccanti interisti nella pausa per le Nazionali, il tecnico commenta: "Speriamo di esserci tenuti i gol per domani. Bisogna essere sempre preoccupati: l'Inter ha giocato alla pari col City, ma noi cercheremo di fare meglio di loro. La prossima partita è sempre un'occasione per dimostrare la nostra qualità, i miei giocatori devono pensarlo: se siamo più forti lo dirà il campo. Mi piace come stiamo lavorando, domani usciremo dal campo ancora più forti perché la partita ci dirà le cose buone o meno buone su cui lavorare. Voglio vedere il Milan e quello che abbiamo preparato ma non abbiamo paura di nulla: non ho guardato i derby passati, ma solo le nostre e le loro partite di questa stagione, cambiano un po' le caratteristiche, ma nelle prime partite non mi sembra che l'Inter abbia cambiato modo di giocare”. Su Leao: “E' cresciuto tanto, sta diventando un giocatore dominante e decisivo. E dovrà esserlo anche domani”.

Strategia

Su Cardinale: "Ci fa piacere il suo interesse. Lui deve far crescere tutti. Ho parlato anche lui di persona delle partite dell'anno scorso con il Chelsea. Finora abbiamo fatto vedere qualcosa di buono”. Stop, invece, per Mattia Caldara, inserito nella lista Champions: “Ha un problema alla caviglia e penso che non sarà a disposizione per diverso tempo”. Proprio sulla gestione del gruppo con la fitta agenda di impegni che aspetta il Diavolo, Pioli chiarisce: “Adesso dovrò gestire molto bene le performances dei giocatori, viste le sette partite in 21 giorni. Ora pensiamo solo al derby, poi da domenica al Newcastle”.

Sui protagonisti del derby e su cosa si aspetta, infine, il tecnico chiosa: "Non ci sono giocatori vecchi e nuovi, c'è solo il Milan. Giocheremo per vincere il derby: dobbiamo mettere in campo la miglior prestazione possibile. Domani inizia la vera stagione e noi vogliamo essere protagonisti giocando con meno frenesia: vogliamo gestire di più la partita e capirne i suoi momenti, diventando una squadra più dominante all'interno della partita e tenendo più palla degli avversari quest'anno. Entrambi possiamo fare bene in ripartenza, per questo dovremo gestire al meglio la palla”.

Probabili formazioni

INTER (3-5-2-): Sommer; Darmian, De Vrij, Bastoni; Dimarco, Mkhitaryan, Calhanoglu, Barella, Dumfries; Lautaro, Thuram. A disposizione: Audero, Di Gennaro, Bisseck, Acerbi, Pavard, Sensi, Klaassen, Asllani, Cuadrado, Frattesi, Carlos Augusto, Arnautovic, Sanchez. All. Inzaghi.

MILAN (4-3-3): Maignan: Calabria, Thiaw, Kjaer, Theo Hernandez, Loftus-Cheek, Krunic, Reijnders, Pulisic, Giroud, Leao. All. Pioli. A disposizione: Sportiello, Mirante, Florenzi, Pellegrino, Simic, Adli, Pobega, Zeroli, Musah, Chukwueze, Okafor, Luka Romero, Jovic, Chaka Traore.

Dove vederla

Inter-Milan, sabato 16 settembre, sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su DAZN con collegamento a partire dalle 17:30.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su