Inter, rinviate le visite mediche di Taremi. Ma l'affare non è a rischio: quanto guadagnerà?

Il club sperava di svolgere gli esami in gran segreto. L'attaccante vestirà di nerazzurro a luglio come Piotr Zielinski, ieri a Milano

Mehdi Taremi con la maglia dell'Iran
Mehdi Taremi con la maglia dell'Iran

Niente visite mediche per Mehdi Taremi. Dopo quelle svolte ieri da Piotr Zielinski, l'Inter sperava di sottoporre oggi l'attaccante iraniano agli esami di rito prima della firma su un biennale da 3 milioni a stagione con opzione per un'altra stagione. Così non sarà perché una volta circolata la notizia la dirigenza ha preferito rinviare tutto a data da destinarsi. Taremi è tornato ieri a vestire la maglia del Porto, iniziando in panchina e subentrando al 68' della gara persa fuori casa contro l'Arouca. Il clima attorno al giocatore non è dei migliori, dopo che è diventato pressoché certo il suo addio a parametro zero. A maggior ragione in casa Inter si è preferito non aggiungere benzina sul fuoco e fare in modo che anche Taremi possa chiudere con maggiore serenità gli ultimi mesi dell'avventura in Portogallo.

Non ci sono al momento dubbi sul fatto che l'affare si farà. L'accordo c'è e verrà ufficializzato a luglio, quando comincerà la futura stagione e l'iraniano sarà parte integrante della rosa a disposizione dell'allenatore, presumibilmente al posto di Sanchez, che ha firmato soltanto per un anno e non dovrebbe rinnovare il contratto con l'Inter.

Taremi è reduce dalla delusione in Coppa d'Asia con l'Iran, sconfitto in semifinale dal Qatar poi diventato campione in carica.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro