Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 mag 2022

Inter-Sampdoria, le pagelle: Perisic segna anche all'ultima, terza doppietta per Correa

Super avvio di ripresa per Barella, che sfiora il gol e timbra l'ennesimo assist

22 mag 2022
mattia todisco
Sport
Inter Milan�s Ivan Perisic (C)  jubilates after scoring goal of 1 to 0 during the Italian serie A soccer match between FC Inter  and Sampdoria at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 22 May 2022.
ANSA / MATTEO BAZZI
Perisic esulta dopo il gol
Inter Milan�s Ivan Perisic (C)  jubilates after scoring goal of 1 to 0 during the Italian serie A soccer match between FC Inter  and Sampdoria at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 22 May 2022.
ANSA / MATTEO BAZZI
Perisic esulta dopo il gol

Milano - L'Inter vince 3-0 a San Siro contro la Sampdoria. 

HANDANOVIC 6,5.
Vede sfilare fuori dallo specchio i palloni più pericolosi giocati in area dalla Sampdoria. Nella ripresa ferma Caputo due volte in uscita e mette il piede sul tentativo di Augello.

SKRINIAR 6.
Controlla la zona di competenza e sbroglia qualche matassa. Rischia a inizio partita quando un suo rinvio difensivo sbatte contro Dumfries e finisce in corner.

DE VRIJ 6.
Partita con poche “dannazioni”. Più occupato ad impostare quando chiamato in causa che non a difendersi dalle ripartenze dei doriani.

BASTONI 6.
Qualche sortita offensiva e la giusta attenzione in difesa contro l'ex Candreva.

DUMFRIES 6.
Fisicamente difficile da controllare per qualunque avversario.

BARELLA 7.
Si danna per dare dinamismo a una manovra un po' ferma. Riparte a razzo dopo l'intervallo: gol sfiorato e assist per Perisic.

BROZOVIC 6,5.
La solita calamita di possessi, spesso giocati con la giusta intelligenza.

CALHANOGLU 6,5.
Qualche pallone velenoso sui calci piazzati e un assist a Correa per il 2-0.

PERISIC 7.
Primo tempo meno vivace di altre volte. Nella ripresa si riaccende e trova subito il gol. Partecipa anche al 2-0, ma si fa male in occasione del tris ed esce in barella.

CORREA 7.
Partenza a razzo: bella giocata e ammonizione per Yoshida. Ci prova anche di testa (Audero dice no), prima di segnare una doppietta a inizio ripresa.

MARTINEZ 5,5.
Gli capita più di una palla buona, non riesce a indirizzare il pallone come vorrebbe né di testa né di piede.

All. INZAGHI 7.
L'Inter trova i gol che la portano a 84 punti proprio quando le speranze scudetto si sono già spente, visto il risultato del primo tempo a Reggio Emilia. La Curva lo applaude, segno che il lavoro è stato apprezzato.

DIMARCO 6.
Un bel recupero difensivo quando la gara è già chiusa da tempo. Chiude in lacrime al triplice fischio per lo scudetto sfumato.

VIDAL 6.
Gli unici fischi del pomeriggio a San Siro li prende lui sbagliando un comodo passaggio in verticale per Dumfries in contropiede. È la reazione ai due anni in nerazzurro, più che a una gara sufficiente.

GOSENS 6.
Sostituisce Perisic, infortunato. Non ha grandi opportunità per farsi notare.

RANOCCHIA 6.
Ha il tempo per salvare un gol nel finale gettandosi in scivolata per la respinta.

CAICEDO sv.

VOTO INTER 7.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?