EconomiaMetropolitana 4 Milano, Webuild rassicura: "San Babila pronta entro giugno"
np_user_4025247_000000
ANDREA GIANNI
Economia

Metropolitana 4 Milano, Webuild rassicura: "San Babila pronta entro giugno"

Sul settore incombe l’aumento del costo dell’energia e delle materie prime. L'ad Pietro Salini: "Tutto procede regolarmente"

Metropolitana 4
Metropolitana 4

Milano, 3 marzo 2023 - L’amministratore delegato di Webuild, Pietro Salini, rassicura sui tempi della M4 di Milano, una delle grandi opere lombarde che vedono in campo il gruppo: "Tutto procede regolarmente, abbiamo scavato tutto per arrivare a San Babila e ci auguriamo che a giugno sia inaugurata fisicamente la stazione". Sul settore, però, incombono problemi come l’aumento del costo dell’energia e delle materie prime, l’inflazione e nuove sfide da affrontare.

"Bisogna reagire con concretezza – spiega Salini – se una cosa costa di più bisogna affrontarlo e non fare finta di niente con il sistema dello struzzo. Spero che come c’è stata una forte fiammata, ci sia un rientro nella normalità, questo è quello che ci auguriamo tutti". Il tema sul tavolo è quello del Pnrr, con passaggi delicati all’orizzonte. "Oggi ci sono nel Paese la volontà e la necessità di cambiare, dobbiamo trasformare in concreto le possibilità che ci offre il Pnrr – sottolinea Salini –. Spesso c’è stata mancanza di risorse, ma oggi non abbiamo scuse e questa opportunità ci pone di fronte a una grande sfida, quella di creare infrastrutture sostenibili e con esse lavoro, dando un futuro alle prossime generazioni".

Considerazioni a margine dell’inaugurazione della mostra “Costruire il futuro. Infrastrutture e benefici per persone e territori” inaugurata ieri e promossa da Webuild con Triennale Milano, dove resterà aperta al pubblico gratuitamente dal 3 al 26 marzo. Un viaggio nel futuro delle infrastrutture per riflettere sul valore delle grandi opere. "In scena una lunga storia di successi infrastrutturali", spiega il presidente della Triennale, Stefano Boeri. Ad accogliere i visitatori, all’ingresso della mostra, è la testa della Tbm Stefania, una delle sei talpe meccaniche impiegate da Webuild per scavare le gallerie della nuova linea M4 di Milano. Stefania è avanzata nel suolo del capoluogo lombardo a una velocità media di 18,5 metri al giorno, scavando più di 3 chilometri della linea che attraverserà la città da est a ovest, collegando in soli 12 minuti il centro di Milano all’aeroporto di Linate.