Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Ultimo saluto a Camilla uccisa da un’auto

Centinaia di ragazzi per l’ultimo saluto a Camilla Pettinari. Pozzuolo si è stretta attorno alla famiglia della 18enne motociclista falciata da un’auto a Pozzo il 25 marzo. Ieri ad accogliere il feretro sul sagrato della chiesa anche i compagni del Da Vinci di Bergamo. La giovane era diretta a scuola quando una Opel Zafira l’ha centrata in pieno sbalzandola prima sul cofano della macchina e poi a terra: è morta sul colpo. Doveva diplomarsi quest’anno. Da quella mattina il tempo per chi l’amava si è fermato. "Camilla è nei nostri cuori", ha detto don Daniele Caspani durante l’omelia. Parole di conforto per papà Raffaele, mamma Roberta e per il fratello Simone. La comunità è sotto choc dal giorno dell’incidente, gli amici sono distrutti. Lacrime e decine di messaggi raccontano un distacco impossibile da accettare. "Aveva un sorriso contagioso", ripetono le compagne di basket, dopo essere stata una giovane promessa del parquet, Camilla era diventata coach, allenava i piccoli dell’Us Acli Trecella. Come gli altri la società non riesce a rassegnarsi alla dura realtà. Sotto accusa quel tratto di Provinciale a Pozzo, dove pochi giorni prima aveva perso la vita un’altra donna, Emanuela Rubini, l’impiegata di 55 anni coinvolta in un frontale mentre tornava a casa dall’ufficio. Anche per lei non c’è stato niente da fare.

Barbara Calderola

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?