Lui, lei e il bambino di 18 mesi sul sedile posteriore. A caccia di vittime da truffare con la vecchia tecnica dello specchietto. L’ultimo colpo messo a segno a Vimodrone, però, è costato l’arresto a marito e moglie, 18 e 19 anni, di Noto, in Sicilia, ma da un po’ di tempo a Segrate. A Cernusco avevano notato un’auto: a bordo il guidatore di 54 anni e il padre di 86. Li hanno tallonati, lampeggiando con insistenza, fino a casa. "Ci avete tamponato, dovete risarcirci: per il paraurti sono almeno 100 euro". L’anziano ha messo mano al portafogli. Ha allungato 30 euro. Il figlio, invece, ha chiamato i carabinieri. E da Carugate la pattuglia è subito partita per cercare quell’auto nel frattempo scattata a tutta velocità. L’inseguimento e poi lo schianto dei fuggiaschi contro la ringhiera della ciclabile sul ponte di via Piave a Vimodrone. Nessuno è rimasto ferito. I due sono stati arrestati, il piccolo affidato a parenti. Bar.Cal.