Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 giu 2022
monica autunno
Cronaca
15 giu 2022

Tir pirata falcia e uccide 2 autisti in panne. Trovato e arrestato grazie a un testimone

Le due vittime avevano 55 e 51 anni. Il camionista le ha travolte ed è fuggito

15 giu 2022
monica autunno
Cronaca
I rilievi della polizia stradale nella zona della "cuspide" all’altezza dell’innesto di Agrate
Il luogo dell'incidente
I rilievi della polizia stradale nella zona della "cuspide" all’altezza dell’innesto di Agrate
Il luogo dell'incidente

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano

Il furgone bianco fermo a lato carreggiata, e i due autisti, 55 e 51 anni, giù dall’abitacolo, a controllare un problema di tenuta del carico, poi quel tir che li falcia e scappa. I due uomini, un italiano e un rumeno da tempo residente in Italia, sono morti sul colpo. Due ore di ricerche serrate avrebbero consentito di inchiodare l’autista presunto conducente del tir: il pm di Milano, Paolo Storari, ha disposto l’arresto ai domiciliari, in attesa della convalida, per omicidio stradale e omissione di soccorso di un italiano fermato poco dopo le 21,30 a Muggiano, località del Milanese.

Fondamentale sarebbe stato il contributo di un automobilista di passaggio al momento dell’incidente, che avrebbe assistito alla tragedia e allertato il 112 comunicando qualche numero della targa. Il resto lo hanno fatto le pattuglie della Polstrada di San Donato, per ore al lavoro sul posto, le geolocalizzazioni satellitari e le strumentazioni tecnologiche. L’uomo è stato sottoposto a interrogatorio.

Uno scenario terrificante quello che ieri, nel tardo pomeriggio, si è parato davanti a soccorritori, personale dell’autostrada A58 Teem e agenti. Tutto è accaduto esattamente all’innesto fra la Brebemi e la Tangenziale esterna, in direzione Agrate, in territorio di Pozzuolo Martesana. Quella che i gestori delle strade chiamano la "cuspide". La ricostruzione è ancora ufficiosa, e in attesa di conferma da parte degli inquirenti. Il furgone a bordo del quale viaggiavano le due vittime aveva appena imboccato la Teem provenendo da Brebemi. Esattamente alla fine della rampa di connessione i due avrebbero arrestato il mezzo sulla corsia di sorpasso, per assicurare il carico. Evidentemente avevano riscontrato, nei minuti precedenti, qualche problema. Il resto è ancora avvolto nel riserbo, e sarebbe stato restituito solo dal racconto di chi, pochi minuti dopo lo schianto, ha telefonato alle forze dell’ordine.

Sui due uomini , intenti ad assicurare il carico a bordo del mezzo, sarebbe piombato improvvisamente il mezzo pesante, in marcia su Teem, diretto ad Agrate. Immediatamente è partito l’allarme, sul posto si sono diretti soccorritori e ambulanze, le pattuglie della Polstrada, il personale operativo di Teem e di Brebemi. Niente da fare per le due vittime, coperte da teli. I documenti avrebbero consentito immediata identificazione. E immediata la caccia al tir fantasma. A supportare il lavoro delle pattuglie i numeri di targa forniti dal testimone e il sistema di telecontrollo sull’autostrada, utile alla localizzazione. Sino a tarda sera il tratto autostradale è rimasto chiuso in entrambe le direzioni, per agevolare le operazioni di rilievo. Non sono mancati contraccolpi importanti sul traffico dell’ora di punta.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?