Karima 'Ruby' El Mahroug e Silvio Berlusconi (Ansa)
Karima 'Ruby' El Mahroug e Silvio Berlusconi (Ansa)

Milano, 14 febbraio 2020 - Salta ancora una volta la testimonianza, che era prevista per lunedì prossimo nel processo milanese 'Ruby ter' a carico di Silvio Berlusconi e altri 28 imputati, del ragioniere Giuseppe Spinelli, contabile di fiducia dell'ex premier e, secondo le indagini del procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e del pm Luca Gaglio, incaricato dei pagamenti alle 'olgettine' in cambio del loro silenzio sulle serate di Arcore.

Da quanto si è saputo, infatti, Spinelli ha fatto pervenire in Procura e nella cancelleria della settima penale un impedimento a testimoniare per motivi di salute e, in particolare, per una visita fissata per lunedì. E non potrà esserci, stando alla documentazione presentata, nemmeno per l'udienza successiva del 24 febbraio. La deposizione era già stata rinviata, sempre per motivi di salute, nel corso dell'udienza del 27 gennaio. Ora i pm proveranno a riconvocarlo per il 9 marzo.

Per lunedì prossimo, intanto, sono previste le testimonianze di alcuni investigatori della polizia giudiziaria che condussero le indagini e che si occuparono anche di rogatorie sui conti riconducibili a Luca Risso, l'ex compagno di Ruby, con flussi di denaro da Milano in Messico, passando per Lugano e Francoforte.