I protagonisti di So.De, il social delivery solidale e sostenibile di Dergano
I protagonisti di So.De, il social delivery solidale e sostenibile di Dergano

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano

Milano, 3 maggio - Dalla parete per l’arrampicata spuntata a Greco al delivery solidale di Dergano, dalla scuola dove imparare a fare il pane di Chiaravalle all’orto urbano di Niguarda. Ma nell’elenco c’è anche il primo repair café alla Barona, in cui ridare nuova vita agli oggetti quotidiani, e un nuovo cinema all’aperto che nascerà al Giambellino e sarà interamente dedicato ai bambini e alle famiglie. Sono i risultati del “Crowdfunding Civico“: attraverso la raccolta fondi, sono 19 i progetti che stanno prendendo forma in tutti i quartieri. Ed è tempo di bilanci per la seconda edizione dell’iniziativa promossa dall’assessorato alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Commercio del Comune, cofinanziata dall’Unione Europea e realizzata in collaborazione con Produzioni dal Basso e Ginger Crowdfunding: in sei mesi, grazie a oltre quattromila donazioni, sono stati raccolti più di 320mila euro, che diventeranno oltre 700mila euro col contributo del Comune.

«Gli ottimi risultati raggiunti, con il 100% di progetti proposti promossi dalla rete e oltre 320mila euro raccolti tra gli oltre 4.000 milanesi che hanno aderito al progetto, dimostrano come oggi sia possibile, grazie al crowdfunding, ipotizzare scenari di finanziamento diversi dal contributo pubblico per supportare i progetti sociali e di sviluppo della città – sottolinea l’assessora Cristina Tajani –. Il crowdfunding civico si conferma uno strumento prezioso, non solo per la possibilità di raccogliere risorse aggiuntive, ma soprattutto per coinvolgere i cittadini nel ridisegnare con l’Amministrazione spazi e servizi affinché questi siano sempre più in sintonia con le esigenze degli abitanti di ogni singolo quartiere". Nello specifico, sono state 60 le candidature e 19 i progetti selezionati per essere sottoposti al vaglio dei milanesi e iniziare la raccolta fondi. Tutti i progetti scelti e posti in piattaforma sono riusciti a centrare l’obiettivo, raccogliendo almeno il 40% delle risorse necessarie per accedere poi al contributo a fondo perduto del Comune di Milano pari al restante 60%, fino a un massimo di 60mila euro per ogni singola proposta. Il valore medio delle donazioni è stato di circa 75 euro.

Tra i progetti anche la creazione, a Rogoredo, di un nuovo asilo nido, con spazi più ampi e modulabili e più educatori: Asilo Bianco ospiterà anche una biblioteca aperta per laboratori e attività. E all’Isola ci sarà uno spazio per i bambini e per le famiglie che lavorano: i piccoli potranno incontrarsi e fare attività quando non saranno a scuola mentre i genitori lavoreranno nell’area coworking.