Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 mag 2022

Parte la pulizia con le lance Niente più soste vietate nelle strade

Dopo anni di attesa inizia la sperimentazione della società che si occupa dell’igiene urbana

18 mag 2022
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti
I nuovi sistemi di pulizia delle strade erano attesi dagli abitanti

Dopo oltre sette anni di annunci, Sesto è partita con la sperimentazione della pulizia con le lance. In alcune zone della città non sarà più necessario spostare l’auto per consentire il passaggio dei mezzi meccanizzati. Gli operatori della ditta Sangalli, la società che ha in appalto il servizio di igiene urbana, muniti di lance, puliranno sotto le vetture parcheggiate, oltre che i marciapiedi. "Il nostro obiettivo, laddove la strada lo permetta, è quello di usare le lance in ogni quartiere e in ogni nuovo ambito della sosta, così da eliminare il disagio del divieto di sosta per i residenti", annuncia il sindaco Roberto Di Stefano.

In alcune vie o tratti di vie, è già stato sospeso il divieto di parcheggio durante la pulizia della strada: si potrà quindi lasciare il proprio veicolo anche negli orari in cui passano i mezzi dell’igiene urbana, senza limitazione oraria e senza rincorrere in sanzioni. Tra le strade principali per la sperimentazione ci sono, tra il centro e il Rondò, via Cesare da Sesto, via Dante, via Breda, via Solferino, mentre in zona Marelli via Oslavia, via Monte San Michele, un pezzo di viale Edison e l’area della metropolitana di viale Italia. L’appalto Sangalli in questi giorni ha introdotto anche un’altra novità: sul territorio sono stati installati dei cestini in lamiera zincata e verniciata, più resistenti rispetto ai cestini precedenti in plastica.

"Il Comune, in accordo con la società, ha scelto questo materiale per evitare i danneggiamenti dovuti a vandalismi o a mozziconi di sigaretta gettati all’interno ancora accesi – sottolinea Di Stefano -. I nuovi cestini sono anche molto più pratici, essendo semplici da svuotare per gli operatori dell’azienda".

La.La.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?