Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
20 mar 2022

Monumento agli Alpini imbrattato e rifiuti abbandonati ovunque "Ora basta, prenderemo i vandali"

La rabbia del primo cittadino: grazie alle telecamere scopriremo chi è stato. Dovranno ripulire tutto

20 mar 2022

Panchine e monumento del Generale Perrucchetti, fondatore degli alpini, presi di mira da sconosciuti che hanno imbrattato con disegni e scritte quell’angolo della città in pieno centro, esplode la rabbia del sindaco Fabio Colombo: "Adesso basta, tolleranza zero verso chi non rispetta l’ambiente. Con le immagini delle telecamere scopriremo gli autori di questo scempio, dovranno ripulire tutto! Il territorio comunale non é di chi l’amministra ma è di tutti i cittadini ai quali mi rivolgo chiedendo un maggior rispetto del senso civico per il bene della città". Quel gesto di vandalismo è una spiacevole azione che arriva proprio nel periodo in cui il comune, con l’assessorato all’Ambiente, ha attivato una campagna di sensibilizzazione: " La città é casa tua", rivolta a tutti i cittadini per richiamare l’attenzione su alcune tematiche di decoro e pulizia della città. Per questa campagna ambientale le vie cittadine sono state tappezzata di manifesti con immagini eloquenti come: l’abbandono dei rifiuti, mozziconi di sigarette gettate sui marciapiedi, cacca del cane lasciata in bella mostra e tanto altro; le immagini sui cartelloni sono poi corredate dalla scritta " lo faresti a casa tua?".

"È una campagna per sottolineare l’attenzione all’ambiente e la sostenibilità delle scelte - così l’assessore all’Ambiente Mario Cerri - che sono le basi per un futuro migliore. Il contributo di tutti può migliorare l’immagine della nostra città, con poco possiamo renderla più vivibile e gradevole". Negli ultimi anni i cassanesi hanno conquistato più volte le vette alte della classifica dei "Comuni lombardi ricicloni di Legambiente" per il riciclaggio dei rifiuti, l’invito ora è quello di accrescere ulteriormente la sensibilità della comunità per un maggior rispetto dell’ambiente.

Stefano Dati

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?