Maltempo, cortocircuito di norme a Milano: riaprono i parchi Sempione e Montanelli, ma l’allerta meteo li chiude

Il Comune ufficializza la messa in sicurezza di tutte le aree verdi a un mese esatto dal nubifragio. Però il rischio temporali violenti fa scattare la chiusura di fatto in vigore fino al 31 agosto

Migration

Milano – Nemmeno il tempo di ufficializzare la riapertura di tutti i parchi di Milano, compresi il Parco Montanelli e il Parco Sempione, che i cittadini e il Comune devono far fronte all’ennesima allerta meteo. In teoria, infatti, la notizia della giornata doveva essere il ritorno alla normalità, ad un mese esatto dal nubifragio che ha colpito Milano lo scorso 25 luglio, devastandone il verde urbano. Il comunicato era apparso sul sito ufficiale del Comune ieri pomeriggio. "Riapriamo integralmente il Parco Montanelli e il Parco Sempione, non ci saranno aree precluse ai cittadini e alle cittadine", aveva anche puntualizzato l’assessora comunale al Verde e Ambiente Elena Grandi. Un annuncio che certifica un lavoro avvenuto in concerto tra amministrazione, Amsa e Avr, e portato a termine addirittura con anticipo rispetto alle iniziali previsioni. "È stato un grande sforzo condiviso ma, con l’impegno di tutte e tutti, ce l’abbiamo fatta", ha commentato soddisfatta l’assessore.

Nei fatti, però, i cittadini dovranno ancora attendere qualche giorno prima di tornare a godersi tutti gli spazi verdi.Infatti il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia ha emesso proprio ieri in serata un avviso di criticità arancione (moderata) per temporali, che partirà oggi alle 12, con un’intensificazione nel tardo pomeriggio e possibili fenomeni di forte intensità come grandine, raffiche di vento e locali accumuli di pioggia.

Come stabilito dall’ordinanza sindacale vigente fino al 31 agosto, pubblicata lo scorso 29 luglio, durante le allerte meteo vige il divieto di frequentazione dei parchi. Dunque, la beffa. In sostanza aree verdi recintate (e non) sulla carta tornano tutte in sicurezza, ma il tempo ballerino non consentità una frequentazione regolare dei “polmoni“ della metropoli.

Va da sè che per le prossime ore, con l’allerta per il rischio temporali, è fortemente sconsigliato sostare sotto gli alberi e le impalcature dei cantieri, dehors e tende. Vale la stessa logica preventiva per gli esercenti dei locali, a cui si raccomanda di provvedere alla messa in sicurezza di oggetti e vasi sui balconi e tutti i manufatti che possono essere spostati dal vento. Il maltempo, unito a un generale abbassamento delle temperature, non finirà col weekend, motivo per cui l’amministrazione comunale ha deciso di rinviare l’appuntamento con i volontari e le volontarie di “Insieme per il Verde”, previsto per il prossimo lunedì 28 agosto, a data da destinarsi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro