Al taglio del nastro il sindaco Lara Carano e il presidente del consiglio Musella
Al taglio del nastro il sindaco Lara Carano e il presidente del consiglio Musella
di Massimiliano Saggese È stato inaugurato ieri in via Roma di fianco al comando di polizia locale il nuovo centro medico comunale che ospiterà i medici di base del territorio. Una iniziativa che ha come obiettivo quello di dare un punto di riferimento ai cittadini dove trovare sempre un medico in un periodo difficile come quello pandemico che stiamo vivendo e con la carenza di...

di Massimiliano Saggese

È stato inaugurato ieri in via Roma di fianco al comando di polizia locale il nuovo centro medico comunale che ospiterà i medici di base del territorio. Una iniziativa che ha come obiettivo quello di dare un punto di riferimento ai cittadini dove trovare sempre un medico in un periodo difficile come quello pandemico che stiamo vivendo e con la carenza di professionisti che sta provocando disagi a livello nazionale. All’inaugurazione del centro sono intervenuti il sindaco Lara Carano, il presidente del consiglio comunale Graziano Musella e il consigliere delegato alla Sanità, Walter Morandotti. Sono intervenuti inoltre, il Rotary Club, che ha donato al Centro Medico un defibrillatore e il consigliere Regionale Giulio Gallera, in rappresentanza della Regione Lombardia. Nel Centro Medico Comunale, in cui saranno operativi i medici di medicina generale, attivi sul territorio, saranno erogati i servizi previsti dal servizio sanitario nazionale. E’ previsto un servizio di ambulanza, che sarà avviato a partire dalle prossime settimane, nonché un servizio di visite di prevenzione per i tumori al seno e alla pelle, curato dal Progetto Salute Donna, attivo ad Assago dall’anno 2000. "Il Centro Medico Comunale è stato fortemente voluto dall’Amministrazione per fornire ai nostri concittadini un migliore servizio sanitario . ha detto il sindaco il sindaco Lara Carano -. Avremo un’ambulanza di pronto intervento e medici di base che operano sul territorio. Abbiamo voluto accentrare tutti i servizi di medicina generale in un unico sito in modo da facilitare l’accesso alla sanità a tutti i cittadini. In seguito alle difficoltà generate dalla pandemia si è reso necessario offrire ai cittadini ulteriori contributi per una sanità sempre più a portata di mano e di immediato intervento. Ciò in un’ottica di solidarietà e per garantire sempre più sicurezza ai nostri cittadini perché è vero che la sicurezza è anche quella di carattere sanitario".