Australia
Australia

Milano, 31 agosto 2018 - L'Australia continua a essere una meta molto amata dagli italiani. Tanto è vero che nell'ultimo anno 12.523 italiani hanno richiesto un visto di studio e lavoro down under. Senza contare i 10.549 turisti che scelgono l'Australia come destinazione per un viaggio zaino in spalla, alla guida di un van oppure per la luna di miele. Un totale di 2 mila italiani, chi per viaggiare, chi per vivere un'esperienza più o meno temporanea.

Numeri che possono essere paragonati a quelli dell'emigrazione di una volta. Quando l'Australia si raggiungeva via mare e non c'era nemmeno bisogno del passaporto. Nell'anno tra il 1963 e il 1964 sono stati 12.903 gli italiani sbarcati down under. Un numero non lontano da quello attuale. E più o meno in linea con tutte le partenza dall'Italia tra il 1960 al 1970. Certo, le cose sono cambiate. E se da un lato è tutto più semplice ed è possibile partire informati e organizzati, grazie alla tecnologia, dall'altro, la questione visti, studio, lavoro, è diventata un po' più complicata. Per questo, più di quattro anni fa, è nata a Melbourne Just Australia (www.justaustralia.it): da un lato, infopoint gratuito e, dall'altro, un'agenzia, per tutti gli italiani (e non) che vogliono realizzare il proprio progetto di studio, vita e lavoro in Australia. Dal 4 settembre, Just Australia sarà presente anche a Milano, con un Infopoint gratuito, in Bastioni di Porta Nuova 21, all'interno del co-working Spaces, con un ufficio privato e dedicato a chi ha bisogno di informazioni pre-partenza.

Just Australia è nata quattro anni fa, da un'idea di Ilaria Gianfagna e Stefano Riva, che si sono trasferiti per realizzare un progetto imprenditoriale all'estero. "Cerchiamo di creare il percorso più adatto a ogni persona, a seconda di professione, età, stato civile, budget, tempo a disposizione e passioni - dicono Stefano e Ilaria- e in più svolgiamo gratuitamente le prime pratiche per i neo-arrivati: tax file number, (il codice fiscale australiano) curriculum in inglese, apertura del conto in banca, sim card, assicurazione sanitaria, assistenza nella ricerca di casa e lavoro, consigli e dritte su come vivere, lavorare e vivere in Australia".