Milano - "Non ho mai visto un incendio così in Italia", racconta Marco Cavriani, direttore dei Vigili del fuoco della Lombardia. Nonostante i suoi trent'anni nel Corpo, è rimasto sorpreso dalla rapidità dell'incendio di Torre dei Moro, avvenuto circa una settimana fa a Milano.

Ora, il Nucleo investigativo dei Vigili del fuoco sta indagando per capire come un intero palazzo di 15 piani abbia potuto prendere fuoco in appena un quarto d'ora. "Per ora – spiega Cavriani – conosciamo il luogo d'origine del rogo ma non le cause, però secondo i primi rilevamenti il materiale plastico che riempiva i pannelli esterna era estremamente infiammabile".

"C'è da dire che questo palazzo è stato costruito e abitato prima delle linee guida sugli edifici alti che abbiamo fatto nel 2013", precisa il direttore. "Oggi probabilmente non sarebbe a norma, avrebbe bisogno di un sistema di allarme e di comunicazione pubblica e, soprattutto, un impianto anti-incendio con determinate caratteristiche basate sul tipo di edificio".

Nonostante ciò, è stato grazie alle norme di prevenzione che gli inquilini si sono salvati senza riportare danni fisici. Infatti, la scala da cui sono fuggiti, afferma Cavriani, "aveva un vano di accesso filtrato che serviva proprio a evitare che le persone che accedevano alla scala potessero subire conseguenze dai fumi".