Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 giu 2022

Gaming zone al centro Pertini: sempre più spazi per i ragazzi

I videogiochi completano l’offerta del servizio per offrire stimoli continui ai giovanissimi

24 giu 2022
dilaura lana
Cronaca
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming
La sala del centro culturale Pertini con le nuove postazioni. per il gaming

di Laura Lana

Dal libro al film, dal fumetto alla serie tv. È stata inaugurata ieri la gaming zone al centro culturale Il Pertini. Al primo piano è stato allestito un nuovo spazio, dedicato al gioco e ai videogiochi che vede a disposizione una console PlayStation 4 e una Nintendo Switch, oltre a giochi da tavolo, game books e postazioni per giocare. "Con i videogiochi andiamo a completare un servizio già affermato e molto partecipato, che guarda ai giovani a partire dallo spazio in cui si colloca – ha spiegato l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili Daniela Maggi -. Tra fumetti e offerta musicale, la biblioteca continua a invitare i ragazzi a sfruttare le proprie risorse, in un contesto ricco di stimoli creativi che favorisce la condivisione e lo scambio". Tramite il consorzio bibliotecario è possibile chiedere in prestito circa 1450 titoli, tra giochi da tavolo e videogiochi, di cui circa 210 si possono trovare nella sede cinisellese. Da tempo, ormai, Il Pertini è ambasciatore del gioco: già da alcuni anni è infatti possibile imbattersi nelle aree appositamente riservate ai giochi da tavolo, disponibili per un prestito o per una sfida sul posto, serate di gioco in famiglia e laboratori di coding per bambini e ragazzi. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha approvato un progetto di riqualificazione dell’impianto di climatizzazione del centro, che porterà vantaggi in termini ambientali ed economici (oggi le bollette sfiorano i 200mila euro all’anno). Il progetto prevede la costruzione di una rete di convogliamento e di un pozzo per l’allontanamento e lo scarico delle acque non potabili utilizzate come vettore termico per l’impianto, risolvendo così il problema della depurazione e dei relativi costi.

"Grazie alla collaborazione con Cap Holding, finalmente siamo riusciti a individuare una soluzione che ci consentirà un notevole risparmio, riducendo la spesa per le utenze, oltre a evitare squilibri ambientali relativi all’acqua consumata. Per noi un grande risultato", hanno dichiarato il sindaco Giacomo Ghilardi e l’assessore all’Urbanistica Enrico Zonca. L’intervento sarà a carico comunale per circa 98mila euro e sarà realizzato da Cap entro la fine dell’anno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?