Dante, un cane “da allerta“ che salva la vita

Cani da allerta medica addestrati a rilevare sintomi di malattie pericolose, come il morbo di Addinson, possono salvare la vita a persone con disabilità. In Italia sono pochi, ma sono indispensabili perché non possono essere sostituiti dall'uomo.

Dante, un cane “da allerta“ che salva la vita
Dante, un cane “da allerta“ che salva la vita

Fortunati

Ci sono cani che ci possono salvare la vita perché capaci di “fiutare” sintomi di patologie che l’uomo a volte non è in grado di capire. Questi cani da ‘allerta medica’ riescono a scovare sintomi di malattie pericolose che non si riescono a curare del tutto, e sono di vitale aiuto a persone come paraplegici, autistici, narcolettici o diabetici perché addestrati ad allertare il malato di un episodio imminente e consentirgli di assumere farmaci o misure di sicurezza per prevenirne o limitarne gli effetti. Come Dante che ha già salvato tre volte la vita alla sua padrona Solange Manfredi, affetta dal morbo di Addinson, malattia che può provocare un calo di pressione con crisi surrenalica e collasso cardiovascolare o degenerare e portare al coma. “In Italia mancano ancora cure per la mia malattia. Quindi io vivo grazie al mio cane. Lui è capace di avvertire se io sono in coma. Ci riesce tramite la mia bocca, annusandola, per poi avvisare il mio compagno e consentirgli di intervenire con un’iniezione per evitarmi possibili crisi”, spiega Solange. Può essere una svolta, questa dei cani salvavita per aiutare chi ha malattie difficili da curare, ma purtroppo in Italia ce ne sono pochi. E il più delle volte sono veramente indispensabili perché, se in determinate circostanze il cane guida per ciechi può essere temporaneamente sostituito dall’ausilio dell’uomo, nei cani da allerta medica tale ‘sostituzione’ è impossibile. “La paura che Dante possa morire mi terrorizza. Mi terrorizza il dover tornare ad affrontare questa malattia da sola. Dante mi accompagna ovunque, sa cosa fare quando sono in difficoltà ma, soprattutto, mi è sempre accanto quando ho più paura. La mia sopravvivenza dipende solo da lui".,

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro