Milano, donna accoltellata 12 volte sull’autobus della linea 98. Arrestato il suo ex compagno

Il 53enne peruviano Jorge Marion Araujo Espichan, senza fissa dimora, è stato rintracciato al parco Sempione. È accusato della brutale aggressione a una 45enne originaria di El Salvador

Milano – La violenta aggressione sull'autobus della linea 98, in via San Vigilio. I dodici fendenti sferrati per uccidere: a un braccio, a una gamba, alla schiena. La rapina della borsa e la fuga a piedi. A meno di due settimane da quel raid che poteva costare la vita a una quarantacinquenne originaria del Salvador, gli agenti della Squadra mobile, coordinati dal dirigente Marco Calì e dal funzionario Domenico Balsamo, hanno fermato il presunto responsabile dell'aggressione a mano armata: si tratta del cinquantatreenne peruviano Jorge Marion Araujo Espichan, senza fissa dimora ed ex compagno della donna.

Preso al parco Sempione

Gli attimi prima dell'aggressione in un frame dal video della telecamera interna dell'autobus
Gli attimi prima dell'aggressione in un frame dal video della telecamera interna dell'autobus

L'uomo è stato bloccato lunedì sera al parco Sempione, area che frequenta abitualmente: deve rispondere non solo di tentato omicidio e rapina, ma anche di atti persecutori, reato per il quale la quarantacinquenne lo aveva denunciato ad agosto. Le indagini della Mobile sono scattate subito dopo il blitz violento e si sono concentrate sin dai primi minuti su una persona che la donna conosceva bene. Il provvedimento di fermo di indiziato di delitto è stato convalidato dal gip.

Le condizioni della ferita

La quarantacinquenne è stata ricoverata inizialmente in pericolo di vita per le ferite provocate dalla raffica di fendenti, ma per fortuna con il passare delle ore e dei giorni il quadro clinico è progressivamente migliorato: domenica scorsa, il giorno prima che il suo ex venisse fermato, la donna è stata dimessa con una prognosi di 30 giorni.

L'inchiesta

L’attività investigativa ha consentito ai poliziotti di ricostruire le fasi salienti dell’episodio di fine anno, iniziato con una lite e terminato con il violentissimo raid. Il tentato omicidio è avvenuto al termine di una serie di atti persecutori che l’uomo ha compiuto negli ultimi mesi nei confronti della sua ex compagna, culminati, in alcuni casi, anche con lesioni personali. Araujo Espichan, resosi irreperibile sul territorio nazionale, è stato rintracciato lunedì sera all’interno del Parco Sempione ed è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, poi convalidato dal giudice.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro